Termoarredo di design: idee per arredare il bagno e la casa

termoarredo casa

Il termoarredo di design offre diverse soluzioni di riscaldamento per arredare la casa con stile ed eleganza.
Oggi possiamo trovare sul mercato tante idee all’avanguardia per rendere i nostri spazi in casa più moderni e accoglienti, senza rinunciare al calore e alla convenienza.

Il termoarredo di design per il bagno è sicuramente quello più ricercato, ma esistono diverse soluzioni anche per arredare il soggiorno e altri angoli della casa. I termosifoni elettrici permettono di riscaldare l’ambiente e al tempo stesso sono molto economici. Senza contare inoltre che non richiedono lavori edili troppo invasivi in casa. Le soluzioni elettriche di termoarredo sono estremamente facili da pulire e installare, una volta accesi hanno il vantaggio di poter asciugare in poco tempo asciugamani e accappatoi dopo la doccia.

Vediamo dunque qualche soluzione di termoarredo di design per arredare e riscaldare la casa con stile.

Termoarredo di design per il bagno

Con il termoarredo elettrico di design possiamo arredare il bagno in diversi modi. In bagno, il termoarredo verticale è la soluzione ideale per avere asciugamani e accappatoi sempre caldi sempre caldi e pronti per la doccia. Il quarzo minerale è uno dei materiali più utilizzati per questo tipo di calorifer, e l’installazione non richiede lavori edili invasivi. Una soluzione versatile che si adatta ai bagni di tutte le dimensioni e gli stili.

In commercio esistono vari modelli con degli accessori aggiuntivi, per dare sfogo alla creatività e creare un complemento d’arredo unico e funzionale. Esistono anche modelli con finiture testurizzate o soluzioni di termoarredo di design con specchio integrato.

Termoarredo di design per il soggiorno

Il termoarredo di design in soggiorno prevede modelli simili a quelli utilizzati in bagno, con l’unica differenza che in questo caso i caloriferi sono orizzontali. Potete scegliere dei termosifoni che si collegano direttamente alla rete elettrica, senza l’ausilio di prese di corrente, che si possono accendere e spegnere in modo indipendente dal resto dei caloriferi della casa.
Il design è quasi sempre orizzontale, ma in soggiorno si può osare un po’ di più con i colori, ad esempio optando per un nero lucido o un bel grigio tortora. L’importante è che tutto sia in perfetta armonia con il resto della casa.

Il termoarredo di design per la zona giorno prevede l’utilizzo di caloriferi piatti, che occupano dunque poco spazio. In questo modo le operazioni di pulizia dei termosifoni saranno ancora più semplici, perché basta un panno asciutto e il gioco è fatto.

Termoarredo di design: qual è il materiale migliore?

Se volete arredare la vostra casa con un termoarredo di design, ci sono diversi materiali tra cui scegliere. I caloriferi in ghisa sono tra quelli più pesanti e costosi, ma hanno anche numerosi vantaggi.

Il primo è che riescono a mantenere il calore più a lungo rispetto ai classici caloriferi in alluminio, anche se impiegano più tempo a riscaldarsi. Un altro vantaggio del termoarredo di design in ghisa è la resistenza, questo tipo di termosifoni infatti tende a durare molto più a lungo.

Tra gli altri materiali troviamo poi l’alluminio, che rende i caloriferi molto più leggeri rispetto a quelli in ghisa. Grazie a questa caratteristica, l’installazione è molto più semplice, mentre lo svantaggio è che il calore si disperderà subito appena il termosifone verrà spento.

I caloriferi in acciaio invece assicurano un tempo di riscaldamento più elevato, mentre il tempo di raffreddamento non ha buone prestazioni. Il termoarredo di design in acciaio assicura un’ottima resistenza e leggerezza, ma tra tutti resta il modello più costoso.

Se state valutando i prezzi del termoarredo di design, sappiate che i modelli in ghisa e in acciaio sono quelli più costosi, mentre l’alluminio resta la soluzione più economica.