6 step (che funzionano) per tenere la casa in ordine ogni giorno

È la grande certezza delle nostre vite. Sin da quando siamo piccoli c’è qualcuno che ci dice di mettere a posto qualcosa. In principio fu la stanzetta, potremmo dire. Un allenamento quotidiano sin dalla più tenera età per abituarci a ciò che ci toccherà da adulti: tenere casa in ordine.

Ti svelo un segreto: quel momento è arrivato. Siamo diventati adulti.

Penso che nessuno sappia bene cosa sia successo, ma è successo. Abbiamo voglia di rimpiangere i tempi andati, i letti sfatti e le cianfrusaglie sullo scrittoio.

Tutto finito.

Ai tempi il caos che regnava sulla scrivania era salutato dai nostri genitori come un atteggiamento di ribellione che esprimeva personalità, e se riuscivamo a giocarcela bene potevamo anche essere paragonati a qualche grande genio che in vita era stato piuttosto disordinato.

Oggi quello stesso caos è motivo di litigi con il partner, i coinquilini, i vicini, il cane e il gatto, oltre a essere fonte inesauribile di stress. Gli stessi genitori hanno abbandonato la pista della genialità in favore della sciatteria cronica.

Per queste ragioni abbiamo deciso di scrivere quest’articolo nel quale ti suggeriamo 6 step (che funzionano) per tenere la casa in ordine ogni giorno.

1. Organizza una tabella di marcia

La prima cosa da fare per mettere ordine in casa è organizzare una tabella di marcia nella quale indicare:

  • Stanze della casa da mettere in ordine;
  • Tempo stimato per ciascuna camera (max 10 minuti per spazio);
  • Attrezzi e oggetti di supporto (scatole, ceste, sacchi della spazzatura).

Scrivi i punti su di una lavagnetta magnetica e appendila in un punto della casa equidistante dalle altre stanze, così da poterla monitorare con facilità e non dover tenere a mente mille cose. Ricorda, l’organizzazione degli spazi deve avvenire prima nella testa.

2. Dedica 30 minuti al giorno per tenere la casa in ordine

La costanza è fondamentale. Mettere ordine in casa una volta ogni tanto rischia di diventare stancante e poco utile ai fini di conservazione dell’ordine stesso nel tempo.

  • Dedica mezz’ora ogni giorno per riordinare;
  • Cambia gli orari di giorno in giorno; questo ti permetterà di vivere il riassetto quotidiano con maggiori stimoli (o meno noie);
  • A meno che non decida di mettere a posto a tarda notte o alle prime luci dell’alba, fa che la musica sia tua compagna.

Mantenere la casa in ordine è la somma di tanti piccoli gesti quotidiani. Seguirli costantemente ti permetterà di ottenere il massimo con un dispendio di tempo minimo.

3. Ogni oggetto al proprio posto

È uno step fondamentale se desideri tenere casa in ordine. E in fondo lo sai. A volte non dipende da te, presa da mille impegni e cose da fare, ti prepari in fretta spostando oggetti da una stanza all’altra in maniera frenetica e alla fine… “dove sono le chiavi?”.

Per evitare che questa domanda ti tormenti quando già sei in ritardo, disponi per ogni oggetto importante uno spazio dedicato.

  • Chiavi generiche (casa, auto, motorino) riponile su dei ganci da appendere sulla parete vicino la porta d’ingresso (se hai due porte d’ingresso, prediligi quella che solitamente utilizzi per entrare in casa).
  • Caricabatterie (computer, smartphone, ipad) tienili sempre a portata di mano – in camera da letto o nella stanza dove solitamente usi il computer – magari in un cassetto interno della scrivania.
  • Trucchi, creme e prodotti, una volta utilizzati riportali in bagno; trova per i tuoi effetti personali una collocazione adeguata, come un mobiletto con cassetti o un armadietto a scomparti, e disponili secondo categorie di uso

4. Rimetti a posto scarpe e vestiti

Il principio di base è quello del punto 3, ovvero ogni cosa al proprio posto… e senza procrastinare. A volte torni a casa esausta e l’unica cosa che ti va di fare è quella di infilarti nel pigiama e poi dritta a letto, lasciando vestiti e scarpe in giro per la stanza. Capita e non è un problema di per sé. Il problema nasce nel momento in cui hai altre cinque paia di scarpe disseminate per la camera e mezzo guardaroba sulla sedia.

Per la disposizione dei vestiti nell’armadio opta per una distinzione stagionale, così da sapere in anticipo cosa cercare e dove cercare; per le scarpe, invece, affidati a una scarpiera con più scomparti, e ordinale secondo un piano mentale a te congeniale.

5. Liberati del superfluo

Quello che sto per dire non ti piacerà, ma è il momento di fare delle scelte.

Rimboccati le maniche, bevi un sorso d’acqua e… munisciti di tre scatoloni (ceste o buste). Devi liberarti del superfluo se vuoi tenere la casa in ordine. Se non sai come distinguerli, ti consigliamo di fare così:

  • Oggetti rotti che non hai buttato perché volevi ripararli (ma se non li hai ancora aggiustati qualcosa pur vorrà dire);
  • Oggetti, anche vestiario, che non indossi più e che potresti donare, vendere o scambiare;
  • Oggetti di cui non hai una idea precisa di cosa farne.

È un’azione da fare in maniera periodica, non quotidiana, ma non lasciar trascorrere troppo tempo, altrimenti ti troverai invasa da oggetti inutili.

6 – Crea spazio, fai spazio

Sembrerà scontato e banale ma per creare spazio bisogna sempre prima farlo. Questo punto è strettamente connesso a quello precedente, solo che ora dovrai liberarti di tutto ciò che è superfluo e che ingombra, comprimendo gli spazi casalinghi.

Parliamo di vecchi armadi, cassettiere e mobilio di vario genere. Se non hanno una funzione di aiuto e smistamento delle tue cose, allora faresti bene a liberartene. In questo caso, probabilmente, ti sarà utile chiedere aiuto ad amici o parenti, o perché no a una ditta specializzata.

Lo spazio liberato ti darà la possibilità di distribuire con maggiore semplicità i tuoi effetti personali, oltre a rendere la casa più ordinata.