Stufe a Pellet: come funzionano e guida all’acquisto

stufe a pellet

Design, potenza termica, colore, scarico dei fumi, ammortamento del costo, risparmio, prezzi. Chi si mette alla ricerca di una soluzione per il riscaldamento della casa a prezzi contenuti e nel rispetto dell’ambiente, valuta freneticamente questi parametri cercando di cogliere una serie di dettagli e di vantaggi, per poi inesorabilmente optare per la stufa a pellet.

Unire la rustica suggestione del camino in casa al risparmio energetico ed al rispetto dell’ambiente è possibile: se è questo che state cercando, la risposta a tutte le vostre domande si chiama stufa a pellet. Una volta presa la decisione di acquistarne una, però, avrete fatto solo il primo passo e mancheranno una serie di altre valutazioni funzionali a compiere il miglior acquisto possibile.

Cosa è il pellet e come funziona

Il pellet è un combustibile ecologico ed economico, in grado di soddisfare portafogli ed anime verdi, le stufe sono belle da vedere e disponibili in vari temi stilistici. Insomma, è un’ottima soluzione che richiede un grande impegno fin dalla scelta della stufa a pellet più adatta.

Uno dei parametri è il suo prezzo, che determinerà anche il periodo necessario per il rientro nella spesa attraverso il risparmio energetico. Non si tratta di articoli economici (per quanto i prezzi possano essere coerenti con il valore del pezzo), quindi attenzione ai principali fornitori, ai rivenditori ed alla scontistica offerta al momento dell’acquisto.

Cosa valutare prima di installare una stufa a pellet

Opere murarie

Prima di tutto valutate la fattibilità ed i costi delle opere accessorie all’installazione di una stufa a pellet: la legge impone un adeguato impianto di dispersione dei fumi; quindi presumibilmente dovrete provvedere alla predisposizione di una canna fumaria o porre in essere una soluzione equivalente.

Nelle offerte dei rivenditori di stufe a pellet, comunque, è spesso compresa la progettazione dell’impianto: potete fare affidamento quindi su un unico soggetto, risparmiandovi il disturbo (e magari parte del costo) di ingaggiare vostri consulenti specializzati.

Potenza termica

Una valutazione fondamentale che dovrete fare preventivamente, sia per determinare il budget che dovrete stanziare per l’acquisto sia per sapere entro quali offerte di stufe a pellet trovare quella più adatta a voi, è quella della potenza termica richiesta dall’ambiente che dovete riscaldare.

Il primo passaggio riguarda il calcolo dei metri cubi del vostro appartamento: questo si effettua moltiplicando la metratura quadrata per l’altezza del soffitto.

Secondariamente incide sulla potenza termica richiesta la classe energetica dell’edificio, ad una maggiore dispersione di calore corrisponderà una più elevata potenza termica: incidono su questo parametro diversi fattori, a partire dalla vetustà e materiale degli infissi allo spessore dei muri.

La circolazione dell’aria nell’ambiente, dettata dalla disposizione delle stanze, è un’ulteriore ragione di una minore o maggiore dispersione. Ambienti soppalcati obbligano all’acquisto di stufe specifiche, capaci di canalizzare il calore nelle specifiche aree da riscaldare.

Design e stile delle stufe a pellet

Le stufe a pellet sono in grado di attribuire un valore aggiunto anche dal punto di vista squisitamente estetico ad un’abitazione, ma altrettanto possono rovinare l’intero arredamento di un salotto.

Non sottovalutate il fatto che, quando accesa, attrarrà inevitabilmente la vostra attenzione e quella dei vostri ospiti per il crepitare del fuoco al suo interno: anche modelli dallo stile discreto saranno al centro dell’attenzione di tutte le vostre cene invernali.

L’acquisto di una stufa a pellet rappresenta in ogni caso un investimento a lungo termine, non accontentatevi di acquistarne una che non vi soddisfi pienamente, fosse anche solo dal punto di vista stilistico.

Se dovete riscaldare un ambiente rustico, tenete in considerazione tutte le stufe che richiamano stilisticamente il camino in mattone o le vecchie stufe di ghisa: l’ambiente che si propone come vissuto e campagnolo, esige che anche gli oggetti d’arredo più moderni si adeguino al mondo che li circonda; uno stile tondeggiante in linea con le attuali tendenze potrebbe dimostrarsi una bruttura che difficilmente vi perdonerete dopo la consegna della stufa.

Diversamente, in un ambiente moderno potreste voler creare un angolo volto al passato con una stufa dal design anticheggiante: se amate questo stile, non temete ripensamenti ed optate per una stufa che abbia del raffinato ma che al tempo stesso vi faccia sentire di fronte ad un camino di una volta.

Le opzioni moderne in ambiente moderno sono senz’altro di ottimo effetto, ma attenzione ai colori dei mobili e della stufa: è molto facile incappare nell’errore di acquistare un oggetto di colore solo simile, per una pessima risultanza estetica. Hanno piuttosto il loro fascino, in ambiente moderno, stufe costruite con una generosa porzione di vetro ad esibire il processo di combustione.

Se state valutando l’acquisto di una stufa a pellet avrete sicuramente considerato il risparmio economico nel rispetto dell’ambiente ed il valore estetico di un oggetto significativo e generalmente bello (anche secondo canoni oggettivi). Ora sapete anche quanto serve. State già misurando i metri cubi della vostra casa?