Come sostituire il box doccia: consigli per il fai da te

box doccia

La sostituzione del box doccia è un’operazione in grado di far cambiare completamente l’aspetto del nostro bagno. Che si scelga di effettuarla per sostituire una vasca, per eliminarne uno ormai sporco e usurato o per rimodernare il bagno, l’impatto sarà comunque decisivo. La doccia è infatti una componente fondamentale di ogni bagno e, dunque, tale operazione risulta più frequente di quanto non si possa pensare.

Se avete intenzione di effettuare la sostituzione del box doccia nel bagno di casa vostra, non abbiate paura. La realizzazione di queste operazioni potrebbe rivelarsi più semplice di quanto non immaginiate. Affidandosi a ditte specializzate, potrete scegliere la soluzione che più vi aggrada e rivoluzionarie il vostro bagno in pochi giorni. Il consiglio è comunque quello di avere le idee chiare e soprattutto di richiedere un preventivo, in modo tale da scongiurare spiacevoli sorprese.

Potrai comunque rimpiazzare il tuo box doccia personalmente, in alcuni casi. Per effettuare un’operazione del genere, in modalità fai da te, sarà necessario però scegliere un box doccia adatto. Esistono infatti modelli pensati appositamente, comodi da montare ed economici.

Cosa sostituire oltre al box doccia

Se siamo alle prese con la sostituzione del box, potremmo scegliere di sfruttare l’occasione, per cambiare anche altri elementi della nostra doccia. Ad esempio, si potrà scegliere di rimpiazzare il piatto della doccia, di rinnovare la rubinetteria o di sostituire le piastrelle. In questi casi si dovrebbe avviare un piccolo cantiere in casa. Perché farlo dunque?

Oltre che per un aspetto puramente estetico sarebbe consigliato effettuare una sostituzione di alcuni di questi elementi, o di tutti loro, in determinate situazioni. In particolare, ciò avrebbe senso se, al momento della sostituzione del box doccia, queste componenti risultassero usurate o comunque datate. Rischiare di dover effettuare due interventi in momenti distinti, non sarebbe infatti conveniente. In ogni caso, per la realizzazione di lavori così complessi, è sempre consigliato l’intervento di un professionista. Ricorrendo al fai da te rischieremmo di effettuare un lavoro mal riuscito e più dispendioso.

Sostituire il box doccia con il fai da te

Per effettuare personalmente la sostituzione del tuo box doccia avrai bisogno di acquistarne uno non troppo costoso e semplice da installare. In commercio ne esistono di diverse tipologie, solitamente in plastica e alluminio. Questi materiali sono leggeri e facili da maneggiare. Dopo aver preso le misure della doccia in cui il nuovo box verrà installato, dovrai solamente scegliere quello adatto e acquistarlo.

A questo punto avrai bisogno di una cassetta degli attrezzi, munita di:

  • Trapano (corredato di punte adatte);
  • Viti e tasselli (della giusta misura, spesso sono fornite assieme al box doccia);
  • Livella a bolla;
  • Cacciavite o avvitatore elettrico;
  • Silicone;
  • Pennarello indelebile.

Si potrà così procedere all’installazione del nostro box doccia. Va considerato che in qualunque confezione troveremo le istruzioni per il montaggio. Leggerle e averle sempre a portata di mano è più che consigliato. Lo schema per il montaggio dovrebbe comunque essere il seguente:

  • Dopo aver rimosso il vecchio box doccia, pulire e asciugare tutta la zona interessata.
  • Posizionare i profili del box doccia sulle pareti. Dopo aver verificato la corretta posizione con la livella a bolla, segnare con un pennarello indelebile la posizione dei vari fori presenti.
  • I segni appena effettuati ci indicheranno i punti esatti in cui utilizzare il trapano. In questo caso sarà importante fare attenzione a usare una punta della giusta misura e adatta alla superfici da perforare.
  • Dopo aver inserito i tasselli all’interno dei vari fori, posizionate i profili e collegate quelli verticali a quelli orizzontali. Fissateli dunque con le viti, avvitandole con il cacciavite o con l’avvitatore elettrico. Verificate nuovamente la corretta installazione con la livella a bolla.
  • A questo punto dovrete inserire le pareti mobili del box all’interno degli appositi binari. Dopo esservi assicurati che scorrano liberamente, unite le due facciate della doccia con i supporti a “L” in dotazione.
  • L’ultima operazione da effettuare sarà quella di sigillare il tutto utilizzando il silicone. Passatelo sia sul box doccia che sulle pareti. Ed ecco che il lavoro è ultimato.