Dall’audio agli arredi, passando per l’illuminazione: come creare una sala cinema in casa

sala cinema casa

In molti avranno pensato di creare una sala cinema fai da te in casa, salvo poi arrendersi all’idea che si tratti di un qualcosa di irrealizzabile. Dal poco spazio a disposizione al budget esiguo, sono tanti i problemi che effettivamente portano gli appassionati a desistere dal provarci.

La verità è che, con una spesa oculata e seguendo una serie di regole, la sala cinema in casa non sarà più solo un sogno. In questa piccola guida si proveranno a dare una serie di consigli a riguardo: dagli elementi d’arredo all’illuminazione, cominciando dalla scelta da fare tra tv e proiettore.

Stanza cinema in casa: meglio la tv o il proiettore?

La prima cosa da fare per ricreare una sala cinema fai da te è adattare la stanza scelta all’impianto home theatre, il vero pezzo forte del tutto e senza il quale ricreare l’atmosfera cinematografica non sarebbe possibile. In tal senso, la prima domanda a cui rispondere è questa: meglio il proiettore o la televisione? In genere i proiettori sono perfetti per gli ambienti più piccoli come le mansarde.

Questi possono essere installati sul soffitto, così da non occupare spazio utile per metterci un divano, un mobile o un tappeto. Per chi dispone di una stanza rettangolare invece, bisogna considerare la luce proveniente dall’esterno. Se si ha una sola finestra laterale, basta la tenda giusta per oscurare l’ambiente nel momento della proiezione. In questi casi un divano angolare potrebbe essere l’ideale, magari accompagnato da un tappeto per ravvivare lo spazio.

Per gli spettatori più esigenti invece, che nella propria sala cinema fai da te in casa non vogliono solo guardare film, la scelta più logica è puntare su una tv. Le smart TV di oggi offrono una scelta davvero ampia: dai pollici (fino a 90) alla risoluzione, ognuno può essere accontentato a seconda dell’ambiente a disposizione. Una smart TV, oltre a garantire la visione di film in altissima qualità, può essere sfruttata per navigare in internet, utilizzare le app e giocare alle console di nuova generazione.

Sala cinema in casa moderna: alcuni accorgimenti audio

Altra cosa da non sottovalutare se si vuole creare una stanza cinema fai da te di un certo livello è l’arredamento. Una scelta intelligente potrebbe essere quella di puntare su elementi d’arredo che non solo siano in grado di riempire lo spazio, ma che possano aiutare ad assorbire le onde acustiche, così da evitare un fastidioso eco.

Una buona tv o un proiettore di livello infatti non sono tutto: rendere la stanza insonorizzata dovrebbe essere uno degli obiettivi più importanti, anche per non dare fastidio ai vicini quando si alza il volume dell’apparecchio. In tal senso i pannelli fonoassorbenti possono essere l’opzione migliore per isolare l’ambiente ed evitare che i suoni si riflettano sulle pareti della stanza.

Come arredare la stanza cinema in casa

Ma veniamo all’arredamento vero e proprio. Una volta scelto il giusto impianto home theater, aver posizionato il proiettore o la smart TV ed aver sistemato la questione audio, non resta che curare l’ambiente restante. Per chi ha ancora tanto spazio a disposizione, il consiglio è quello di inserire delle poltrone. In particolare, per gli amanti del relax, delle poltrone reclinabili rappresentano la soluzione migliore. Il tutto ovviamente senza dimenticare il divano, da posizionare al centro della stanza o, se questa è stretta, all’estremità opposta rispetto al proiettore/televisore.

Un’altra buona idea per chi ha davvero tanto spazio potrebbe essere quella di completare l’arredo della sala cinema in appartamento con un angolo bar. Si tratterebbe di un elemento perfetto nei momenti di break soprattutto quando si ha l’abitudine di invitare a casa amici o familiari. In tal senso, anche un tavolo potrebbe essere utile quando si ha intenzione di prolungare la permanenza nella stanza, magari avendo la possibilità di cenare o bere qualcosa in tranquillità. Dulcis in fundo, per chi non bada a spese e vuole fare le cose in grande, un tavolo da biliardo sarebbe perfetto per i momenti di svago in compagnia.

Cinema in casa: l’illuminazione è fondamentale

Organizzato anche l’arredamento, resta da fare un’ultima cosa: strutturare al meglio l’illuminazione dell’ambiente. La luminosità infatti è, insieme a qualità video e audio, un altro elemento fondamentale per garantire un’esperienza di altissimo livello. Quando la sala cinema ha una o due finestre, la soluzione (come già anticipato) è risolvere la cosa con un tendaggio scuro in grado coprire la luce naturale.

Per quanto riguarda la luce artificiale invece la cosa migliore da fare dovrebbe essere quella di garantire due diverse illuminazioni: una centrale, forte, da tenere spenta durante la visione del film, e varie piccole, secondarie, da tenere sempre accese per dare la possibilità a tutti di muoversi in totale sicurezza creando un piccolo percorso luminoso. Insomma, proprio come succede al cinema!