I requisiti per il mutuo sulla prima casa

Mutuo sulla prima casa: i requisiti

Decidere che è arrivato il momento di comprare la prima casa è una situazione che porta con sé molte emozioni. Le giovani coppie sentono che sarà un passo importante verso un futuro insieme, i single sentono invece scorrere nelle vene la potenza di una tanto agognata indipendenza.

Ma questa importante scelta è anche caratterizzata da una serie di impegni burocratici e di faccia a faccia con le banche per richiedere il mutuo sulla prima casa. I più giovani si chiederanno quali sono i requisiti per ottenerlo, che documenti servono, che spese comporta questa pratica… Fortunatamente però basta una semplice guida come questa per capire i diversi passaggi necessari per poter ottenere il proprio mutuo sulla prima casa.

Requisiti per il mutuo prima casa: cosa serve per la richiesta?

Avete finalmente deciso che è arrivato il momento di comprare la vostra abitazione e di abbandonare il mondo degli affitti. Ora che il primo step è stato compiuto, è tempo di capire quali requisiti bisogna avere per poter richiedere il cosiddetto mutuo prima casa.

  • L’importo richiesto non deve superare 250mila euro
  • Il richiedente non deve essere proprietario di altri immobili (eccezion fatta per quelli ricevuti per successione o che siano in uso a titolo gratuito a genitori o fratelli)
  • Il richiedente non deve aver già usufruito in passato di una simile agevolazione
  • L’immobile che si vuole acquistare deve essere sito in Italia
  • L’abitazione non deve rientrare nelle categorie catastali A1, A8 e A9 (abitazioni signorili, ville, palazzi o castelli)
  • Il mutuo sulla prima casa deve avere una durata minima di 15 anni e una massima di 30 anni. Potrete scegliere tra tasso variabile e tasso fisso

Le spese per aprire la pratica e le imposte

Chiaramente, se avete deciso di iniziare i procedimenti per richiedere un mutuo sulla prima casa, dovrete anche tenere presente che ci sono alcune spese da sostenere.
In primis le spese di istruttoria. Si tratta dei costi per l’apertura della pratica richiesti dall’istituto di credito e sono circa tra lo 0,50 e l’1% dell’importo del mutuo.

Altra spesa che dovreste tenere in considerazione è poi quella relativa alla perizia sull’immobile, un documento importante per la banca, grazie al quale si capisce quale importo concedere per il finanziamento.

Attenzione poi anche al costo per la stipula dell’atto notarile per l’iscrizione dell’ipoteca, che può essere anche molto elevato, sfiorando i 2mila euro totali.
In ultimo, ci sono le imposte, ma nel caso di una prima casa, le spese sono pari allo 0,25% del valore del mutuo.

In cosa consiste l’assicurazione sul mutuo?

Alle spese relative alla stipula del mutuo sulla prima casa dovreste poi aggiungere anche quelle legate all’assicurazione che può essere di due tipi:

  • Assicurazione CPI, Credit Protection Insurance: assicura il rimborso delle rate in caso di imprevisti.
  • Assicurazione Scoppio e Incendio

Si può richiedere un mutuo sulla prima casa senza anticipo?

Generalmente, quando si chiede un mutuo, la banca concede un finanziamento che copre l’80% della spesa totale. Bisogna quindi dare una sorta di anticipo, ma non sempre si hanno le disponibilità economiche per farlo.

Ci sono però delle altre vie per ottenere il mutuo sulla prima casa senza anticipo. Ad esempio può intervenire la figura di un garante, come un genitore, che affianca il richiedente e fornisce il capitale necessario per coprire la quota di valore dell’immobile fuori dal finanziamento.

In alternativa si può provare ad accedere al Fondo di Garanzia Prima Casa che ha lo scopo di agevolare il credito necessario ai giovani o alle famiglie che ancora non hanno una stabilità economica. Se si è idonei si può ottenere un garanzia statale equivalente al 50% del valore dell’immobile, senza così dover avere a disposizione la liquidità necessaria all’anticipo.

Come richiedere il mutuo sulla prima casa?

Se siete alle prese con l’acquisto del vostro primo appartamento o immobile è probabile che non abbiate molta dimestichezza con tutte le specifiche burocratiche e le documentazioni necessarie alla banca per procedere con la vostra pratica. Niente panico, questa è la prima regola!

Per richiedere il mutuo sulla prima casa bisogna chiaramente scegliere un istituto di credito e, i funzionari, vi consegneranno dei documenti specifici riguardanti i vostri dati personali da compilare. Il modulo, che altro non sarà che la vostra richiesta di mutuo, verrà a questo punto inviato al Gestore del Fondo di Credito che, in 20 giorni lavorativi, risponderà alla vostra domanda.

Entro 30 giorni dall’accettazione, verrà erogato il mutuo e voi vedrete il vostro sogno diventare realtà.
Finalmente la casa che avete sempre desiderato diventerà vostra.