Progettare una casa domotica: quali sono i vantaggi?

Casa domotica: che cos’è la domotica e cosa può gestire un impianto di questo tipo? Dalla progettazione di sistemi nuovi alla domotica fai da te.

 

Negli ultimi tempi si sente sempre più spesso parlare di smart home o casa intelligente, ma cosa indicano questi due termini? Ci si riferisce a una casa domotica e in generale della domotica, ovvero la disciplina che si occupa dello studio di tutte quelle tecnologie che possono migliorare la qualità della vita in casa e non solo, coniugando i sistemi dell’elettronica e dell’informatica.

 

Casa domotica: significato e applicazioni

Nella casa domotica le funzioni di accensione e spegnimento o di apertura e chiusura non si attivano tramite interruttori e regolatori, come accade solitamente, ma la loro gestione avviene in maniera coordinata ed è supervisionata da un unico dispositivo. In questo modo, la domotica consente di amministrare con maggiore efficacia gli impianti presenti all’interno di un’abitazione incrementando le prestazioni e ottimizzando i consumi.

Nella casa domotica si raggiunge un perfetto equilibrio tra efficienza e risparmio energetico. Ma il campo di applicazione di questa disciplina non si ferma soltanto alle mura di casa, anzi, può entrare anche in altri settori e ambiti, come negli edifici commerciali, negli studi medici e nelle cliniche specialistiche, o per l’assistenza a persone con disabilità e anziani.

Infatti, l’impianto domotico a casa permette a chiunque di eseguire autonomamente anche operazioni complesse soltanto attraverso l’utilizzo di uno strumento: nel momento che invierai un comando al sistema domotico questo sarà prima passato alla centrale e poi attiverà il dispositivo interessato. Nel caso in cui l’impianto dovesse inviare delle segnalazioni rispetto a problemi degli apparecchi o a eventuali intrusioni, riceverai una notifica sul dispositivo di controllo così da poter intervenire anche da remoto ed effettuare un’azione immediata.

Cos’è la domotica e cosa può gestire un impianto di questo tipo

 

Impianto domotico casa

Una casa domotica può offrire una varietà molto ampia di servizi automatizzati, ad esempio:

  • impianto di illuminazione;
  • controllo degli elettrodomestici;
  • apertura e chiusura porte/finestre;
  • impianti audio-video (diffusione sonora e videofonia);
  • impianti di riscaldamento e di climatizzazione;
  • sistemi di antifurto per porte e finestre;
  • sistemi di irrigazione.

La predisposizione dell’impianto domotico per la casa deve essere fatta quando l’abitazione è ancora in fase di costruzione, ma questo può essere realizzato anche con funzioni minime. Infatti, con il tempo potrai decidere se aggiungere altre applicazioni e ampliare il progetto di partenza, in base alle necessità che di volta in volta richiede l’abitazione.

Gli alti costi iniziali dell’istallazione dell’impianto domotico a casa saranno mitigati con il tempo dalla capacità della casa stessa di adattarsi alle esigenze dell’abitazione e di chi ci vive assicurando, quindi, un risparmio sull’energia utilizzata e sulle bollette. Ad esempio, l’impianto domotico permette di programmare l’avvio di una lavatrice, di verificare lo spegnimento della TV e dell’impianto stereo, controllando a distanza gli ambienti domestici, di gestire il riscaldamento o il raffreddamento della casa e dell’illuminazione.

Nel caso del riscaldamento, l’impianto domotico che viene istallato in casa è solitamente un impianto di termoregolazione a zone che è in grado di scegliere la temperatura di ogni singola stanza, escludendo le zone che non sono utilizzate, variandola anche in base all’esposizione al sole e dell’apertura o chiusura di porte e finestre. Per quanto riguarda le luci, invece, queste vengono gestite dalla casa domotica a seconda di fattori come l’illuminazione naturale e la presenza o meno di persone nella stanza.

Scopri tutti i vantaggi di un Impianto domotico

 

Casa domotica fai da te

Realizzare una casa domotica prevede la predisposizione di un impianto ad hoc che può avere costi piuttosto elevati. Ma è possibile attuare anche delle soluzioni fai da te che ti permetteranno di cominciare a ridurre i consumi e l’impatto ambientale.

Partiamo dagli smart switch, ovvero gli interruttori intelligenti, che consentono di controllare le apparecchiature elettriche da remoto tramite app. Con l’app, è possibile programmare il funzionamento dei dispositivi elettrici, in modo da automatizzarne il funzionamento e, in base al numero di canali presenti sull’interruttore, è possibile anche controllare più prodotti contemporaneamente, come tapparelle motorizzate, illuminazione, condizionatore, porte e cancelli automatici.

Ancora più semplici da istallare sono le prese intelligenti, dette smart plug: questi dispositivi permettono di controllare qualunque apparecchio elettrico connesso ad esse: sono in grado di programmare il funzionamento degli elettrodomestici e l’accensione delle luci ad alcuni orari prestabiliti.

Se stai cercando una soluzione facile da istallare e da utilizzare le lampadine smart a risparmio energetico sono ciò che fa al caso tuo! Le luci intelligenti sono collegate a un interruttore che a sua volta può essere attivato dallo smartphone o tramite dispositivi vocali. La luminosità delle lampadine si può regolare in base alle diverse fasce orarie aumentando l’intensità gradualmente dal mattino fino a un orario prestabilito e dalla sera fino alla notte, in modo da preparare il corpo al sonno.

Quindi, sia che si tratti di domotica vera e propria o di casa domotica fai da te, queste tecnologie permettono di gestire gli apparecchi elettronici, attraverso una connessione internet, con un unico pannello di controllo che può essere un pc o un telefono cellulare. Se anche tu vuoi provare cosa vuole dire abitare in una casa intelligente, puoi comprare una nuova casa in vendita e metterti al lavoro!

Vota l’articolo:

5 / 5 (2 votes)

Ti è piaciuto l'articolo?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest

LASCIA UN COMMENTO