Porte francesi: come dare alla casa un tocco di je ne sais quoi

porte alla francese

Ci avete mai pensato? Non c’è niente di peggio che entrare in una bella abitazione e rendersi conto che i proprietari sono inciampati propri lì: sulle porte. Punto di ingresso per le varie stanze, raccordo tra gli ambienti e inevitabili protagoniste delle pareti, le porte non vanno sottovalutate perché il loro stile e il loro materiale può contribuire ad innalzare, o far precipitare, l’eleganza di tutta la casa.

Tra le varie tipologie che avete a disposizione una menzione d’onore se la meritano loro, le porte alla francese: eleganti, pratiche e in grado di favorire la luminosità degli ambienti (aspetto non da poco quando si ha a che fare con un appartamento), conosciamole più da vicino e prepariamoci a dire merci!

Porte francesi: che aspetto hanno?

Più che un semplice vezzo stilistico, la caratteristica che permette di individuare le porte alla francese è decisamente tecnica: si tratta di porte che hanno i cardini su entrambi i lati e sono dunque formate da due battenti indipendenti tra di loro, infatti possiamo definirla anche “porte a cerniera”.

Le caratteristiche peculiari non finiscono qui e questo tipo di porta è nota anche come porta finestra alla francese, in virtù dell’uso che fa del vetro sulla superficie dei battenti. I battenti sono ricoperti di pannelli di vetro quasi per la totalità della loro ampiezza e la “cornice” della struttura intorno allo “specchio” può essere di vari materiali: lagno ma anche acciaio nelle versioni più moderne.

Porte francesi: quali vantaggi?

Comprendere la struttura delle porte francesi permette già di intuire i loro punti di forza: si tratta di una soluzione che garantisce un extra di luminosità per le stanze, che non solo permette alla luce naturale di arrivare in più ambienti della casa, ma anche di creare un’illusione di continuità tra gli spazi facendoli percepire come più ampi.

Se poi deciderete di usare la porta finestra alla francese per collegare interno ed esterno – che sia per un patio o un giardino – non solo darete alla casa più luce ma creerete un senso di continuità con l’esterno. E se la porta in questione è abbastanza ampia l’effetto ottenuto non sarà tanto diverso dall’avere una veranda

Porte alla francese: eventuali punti dolenti

Vi state già innamorando di questo tipo di porta, c’est normal, ma prima di iniziare a immaginarvi di posizionare le porte alla francese in tutta la casa è opportuno valutare anche i possibili punti di debolezza di questo tipo di soluzione.

La questione del doppio battente

Dovete fare attenzione se avete bambini piccoli, il doppio battente può essere pericoloso proprio perché entrambi i pannelli della porta possono essere aperti nello stesso momento. Per fortuna, e anche per praticità, questo tipo di porta ha spesso una specifica chiusura che permette di bloccare uno dei due battenti.

Lo spazio

Le porte francesi sono molto suggestive ma per loro natura tecnica richiedono uno spazio ampio, non sono indicate per abitazioni particolarmente contenute o per collegare ambienti che trarrebbero più giovamento ottimizzando gli spazi, ad esempio con una porta scorrevole.

Vedo non vedo

essendo porte che usano molto il vetro potreste valutare anche la questione privacy. Non fatevi prendere la mano ed evitate di usarle per ambienti come stanze da letto o cucine. E se proprio non potete farne a meno valutate bene che tipo di materiale scegliete per lo specchio della porta: un vetro smerigliato o con particolari decori può essere la soluzione. Non dimenticate di controllare anche la sicurezza del materiale che scegliete, parliamo sempre di vetro.

Costi

Le porte francesi non si possono definire economiche, il prezzo può partire anche dai 200 euro l’una e sale a seconda dei materiali scelti. Ma se volete una soluzione più low budget, che crei luce e che contempli l’uso del vetro forse un buon compromesso è questo: se non volete realizzare una porta alla francese con tanto di doppio battente potreste inserire del vetro nello “specchio” di una porta tradizionale. Luce extra ed eleganza sono comunque assicurate.

Insomma se state cercando un modo raffinato ed elegante per rinnovare la vostra casa, rivedere gli infissi e inserire delle porte alla francese può essere una buona idea. Ricordate anche che si tratta di elementi che rimangono nell’ossatura della casa e che, in caso di vendita, contribuiranno a innalzare il suo valore.