Porta rototraslante: cos’è, come funziona, vantaggi e prezzi

porta-rototraslante

Le porte battenti, così come quelle scorrevoli, sono sempre più diffuse nell’edilizia sia civile che industriale. In molti però non sanno che, accanto a queste due tipologie di porta, si sta aggiungendo una terza variante assai più innovativa. Si tratta delle porte rototraslanti, caratterizzate da un meccanismo unico nel suo genere e pronte a prendere il sopravvento negli anni a venire.

Queste ad oggi sono ancora poco diffuse ma rappresentano un’ottima alternativa salvaspazio rispetto alla normale porta ad anta a battente. Ma non è il loro unico vantaggio: prima di scoprire tutti i pro di questa installazione vediamo cos’è e come funziona.

Porta rototraslante meccanismo: cos’è e come funziona

Nelle porte “normali” il meccanismo di apertura è basato sulle cerniere. Nelle porte rototraslanti invece il movimento avviene grazie ad un perno centrale. Questo perno fa ruotare l’anta della porta e contemporaneamente la fa traslare, cioè scorrere lateralmente.

Il tutto ha luogo per la presenza di un particolare binario interno al telaio grazie alla quale l’anta, quando aperta, si posiziona accanto al montante. Quando è chiusa quindi, la porta con apertura rototraslante non sembra diversa dalle altre porte a battente, ma per mezzo di questo insolito meccanismo di rotazione risparmia sull’ingombro dell’apertura.

Il sistema rototraslante fa in modo che la porta ruoti di 90° in orizzontale mentre l’anta si sposta nella stessa direzione. Oltre al perno al centro della porta, entrano in funzione due piccoli bracci, vincolati dal movimento di rotazione, che fanno scorrere il perno lungo il binario, la vera architrave della porta.

L’apertura delle porte interne rototraslanti avviene quindi a spinta, indifferentemente dal fatto che questa venga eseguita sul lato destro o sinistro. Una volta che l’anta è stata fatta ruotare infatti, è possibile farla scorrere tanto a destra quanto a sinistra.

Porta interna rototraslante: perché sceglierla

Come si anticipava all’inizio, tramite questo sistema lo spazio occupato dall’anta (sia quando chiusa che aperta) è pari alla metà dello spazio occupato dall’anta di una porta “normale”. E questo è soltanto il primo di numerosi vantaggi. Un secondo, altrettanto da sottolineare, è il fatto che per il montaggio della porta rototraslante non servono delle opere edili, a differenza di quanto avviene invece per le porte scorrevoli. L’assenza di opere murarie dovrebbe essere un valido motivo in più per scegliere questa tipologia così innovativa.

Oltretutto, la scelta di affidarsi a porte del genere dovrebbe essere assolutamente d’obbligo quando in casa si hanno persone con difficoltà motorie oppure sulla sedia a rotelle. Le porte rototraslanti per disabili riescono infatti a facilitare il passaggio dove gli spazi sono ristretti e soprattutto facilitano l’apertura della porta stessa, che avviene con una semplice spinta. C’è da scommettere che nel futuro prossimo, proprio per questa loro peculiarità, le porte rototraslanti verranno adoperate negli uffici pubblici per abbattere le barriere architettoniche a favore delle disabilità.

Altro vantaggio che deriva da questa tipologia di porte è il fatto che, non sbattendo ed essendo prive di maniglia, hanno un’apertura/chiusura molto silenziosa rispetto a tutte le altre porte. E poi c’è il discorso estetico: una porta rototraslante, a differenza di quelle a soffietto o a scomparsa, quando chiusa conserva l’estetica di una porta tradizionale. A proposito, per quanto riguarda il design, una porta del genere si adatta a tutti i tipi di arredamento: dal classico al contemporaneo, passando per il moderno.

Porta rototraslante prezzo: il vero unico difetto

E per quanto riguarda invece gli svantaggi? A ben vedere, forse l’unico vero svantaggio di una porta rototraslante è il costo, in genere sempre superiore rispetto a quello di una porta a battente. Questo poi può incrementare anche a seconda di diversi fattori. Ma ne vale la pena? Nella logica di una ristrutturazione o costruzione di una nuova casa, considerando i tanti vantaggi che porta in dote, dovrebbe essere comunque un investimento possibile di cui tenere conto.

Ad ogni modo, pur essendo più alto rispetto al normale, il costo della porta rototraslante rimane comunque pienamente accessibile a tutte le tasche. Ovviamente questo può aumentare e non di poco se ci si affida ai brand più noti, ai modelli più nuovi ed ai materiali più pregiati.

Diciamo che, per chi ha un budget più esiguo, delle porte rototraslanti economiche dovrebbero costare intorno ai 300 euro, ma il prezzo può anche raddoppiare. Prezzo a cui va aggiunto a parte il costo della posa, che cambia a seconda dell’installatore.

A tal proposito: meglio evitare una porta rototraslante fai da te! In quanto campo è opportuno affidarsi alle mani e alla preparazione di un professionista specializzato. Per informazioni più dettagliate non resta che fare un giro di preventivi dai diversi fornitori e capire se vale o meno la pena di adoperare questa scelta così innovativa.