Pitturare il bagno: idee e consigli per le pareti

pitturare pareti bagno

Se state pensando di dare una rinfrescata alle pareti del vostro bagno, ecco qualche suggerimento utile. La pittura per il bagno in questo caso è il primo elemento da tenere in considerazione.

La scelta delle tonalità da utilizzare non va fatta a caso, ma bisogna seguire alcuni criteri ben precisi. Ecco come pitturare il bagno in poche semplici mosse.

Come pitturare il bagno di casa

Partiamo dai colori per pitturare il bagno, che di solito si scelgono in base all’esposizione della luce. Se la stanza è esposta a sud, si può osare con tonalità scure e forti. Di solito ogni tipo di colore può essere utilizzato.

Se invece l’ambiente è esposto a nord, sarebbe meglio utilizzare tonalità più chiare, per evitare di appesantire la camera e renderla buia, dato che il sole illuminerà l’ambiente solo per poche ore al giorno. Se il vostro bagno è piuttosto piccolo, è preferibile utilizzare colori chiari come il bianco, che fanno sembrare l’ambiente più grande e creano un illusione di spazio.

Prima di capire come pitturare il bagno di casa, dobbiamo capire che il colore dipende molto anche dal tipo di pavimentazione. Ci dovrebbe essere un buon equilibrio cromatico in modo da creare accostamenti tra colori in armonia tra di loro. Se ad esempio avete un bagno in stile vintage, il marrone il bianco saranno le tonalità predominanti.

Prima di pitturare il bagno, rimuovete tutti gli accessori, i mobili e i porta asciugamani. Coprite con un telo il pavimento e tutti quegli oggetti che non avete la possibilità di spostare.

Procedete con il livellare la parete carteggiando e procedete con la pittura. Se la stanza è di piccole dimensioni potete utilizzare un pennello, mentre per i bagni più grandi è sempre meglio aiutarsi con un rullo.

Iniziate con il dipingere le parti più esterne della parete, il soffitto e il pavimento. Se il resto della parete è grande utilizzate un rullo, altrimenti continuate con il pennello. Il segreto per utilizzare il rullo è essere rapidi: non importa se durante la prima passata ci sono imperfezioni. Quando dovete pitturare il bagno con il rullo procedete velocemente con le altre passate, è importante ultimare il lavoro con la vernice ancora fresca.

Pitturare il bagno: che tipo di pittura utilizzare

La scelta della pittura per il bagno è molto importante e deve essere fatta con cura. Questo perché il bagno, a differenza degli altri ambienti della casa, è la stanza che più di tutte è soggetta a umidità e condizioni particolari.

Negli ambienti umidi, la scarsa ventilazione e il ricambio d’aria poco frequente, possono favorire problemi di muffa e condensa. In questo caso le pitture traspiranti sono la soluzione ideale.

Che tipo di pittura usare per il bagno?

La vernice più utilizzata è l’idropittura, traspirante e resistente all’umidità. Si tratta di una pittura lavabile a base di acqua. Inoltre, se avete problemi di muffa in casa, potete utilizzare l’idropittura antimuffa che preserva le pareti da questo problema. Tuttavia, ci sono diverse pitture per pareti adatte per il bagno:

  • tempera: la soluzione più economica di tutte, traspirante ma poco coprente
  • idropittura traspirante: consigliata per ambienti umidi come bagno e cucina, in quanto resiste ai vapori e all’umidità
  • idropittura lavabile: è ricca di resine e pigmenti, garantisce un’elevata coprenza e resistenza allo sporco e allo sfregamento
  • smalto murale: ha un’ottima copertura e una volta asciutto forma una sorta di pellicola protettiva che può essere satinata oppure opaca.

Attenzione anche a scegliere il tipo di finitura: opaca, lucida o satinata. Sul web si possono trovare tanti consigli per pitturare il bagno con tutte queste finiture, ma alla fine la scelta dipende dai vostri gusti e dalle vostre esigenze.