Moscerini in casa: come allontanarli senza fatica

moscerini in casa

Che si tratti di bagno o cucina, ci si ritrova a volte a dover fare i conti con i piccoli ma fastidiosi moscerini. Cosa li attrae? Prima di tutto bisogna sapere che i moscerini, soprattutto quelli cosiddetti della frutta, vanno in cerca di tutte le sostanze organiche in via di fermentazione per deporre le uova, in modo da essere in grado di procacciarsi subito del cibo.

Cosa poter fare per eliminare i moscerini senza difficoltà? Vi elenchiamo di seguito alcuni semplici rimedi da adottare con costanza per risultati sicuri.

Moscerini in cucina: rimedi

  • Conservare la frutta in frigo. Essi sono attratti dalla frutta matura, in particolare da uva, datteri e prugne;
  • eliminare immediatamente i rifiuti organici. L’organico è infatti il luogo in cui è più possibile si annidino e si riproducano. Se non è possibile disfarsi  subito dell’immondizia, è bene tenerla quanto più all’aperto. Dopo aver liberato il secchio è consigliabile lavare il secchio con del bicarbonato di sodio;
  • lasciare sempre le pattumiere dei rifiuti chiuse e sciacquare bottiglie e contenitori di cibo prima di gettarli;
  • usare l’aglio. Come per altri insetti, l’odore dell’aglio aiuta anche a tenere lontani i moscerini;
  • prevenire la proliferazione di moscerini pulendo le tubature periodicamente con un detergente enzimatico e non lasciando piatti sporchi in giro.

Moscerini in giardino e sul balcone

  • Creare trappole. L’aceto, il vino e lo zucchero potranno essere usati come esche per catturare gli insetti inserendoli all’interno di contenitori ricoperti con della pellicola trasparente. Basterà fare dei piccoli buchi sulla copertura per farli entrare e rimanere intrappolati;
  • esporre piante di menta e origano. L’odore di queste due piante funge da repellente naturale per scacciare via questi insetti;
  • fare attenzione all’acqua stagnante. Se i moscerini si sono raggruppati attorno al vaso di una pianta, sarà forse a causa dell’acqua stagnante. È consigliabile adoperare dei vasi con i fori di drenaggio sul fondo con dei sottovasi per raccogliere e rimuovere l’acqua in eccesso. Si ricordi di lasciare allora che il terreno si asciughi prima di innaffiare con nuova acqua. Per controllare l’umidità del terreno si può infila all’interno qualcosa per 2-5 cm. Se l’oggetto si sporca, non è necessario annaffiare;
  • spruzzare dell’olio di neem sulle piante come pesticida naturale.

Se i metodi sopra elencati non sortiscono nessun effetto, rinvasare le piante, utilizzando un terriccio adatto al tipo di pianta. Per fare in modo che si decomponga lentamente, sceglierne uno con l’aggiunta di perlite, fibre di cocco o carbone.

Moscerini nel resto della casa

  • evitare di lasciare le finestre aperte se non sono presenti zanzariere;
  • controllare e rimuovere eventuali macchie di umido che possono essersi formate in angoli nascosti;
  • fare sì che elementi come asciugamani ed altri indumenti umidi da lavare vengano riposti in cesti del bucato chiusi;
  • far arieggiare le stanze e, se possibile, far entrare la luce del sole. In questo modo con il ricambio dell’aria diminuirà l’eventualità dello sviluppo di umidità e muffe che favoriscono la presenza di insetti;
  • profumare la casa con oli essenziali. Oltre ad alcune piante, mentre i moscerini sono attratti dal profumo della frutta, possono essere allontanati usando oli essenziali di eucalipto, geranio o citronella (anche nelle loro versioni a candela).

L’ultima sarebbe quella di creare delle soluzioni spray da nebulizzare. In commercio esistono vari repellenti ma se si vuole optare per qualcosa di fatto in casa si può mischiare dell’aceto di mele con un po’ di detersivo per piatti. Una volta a contatto con lo spray i moscerini o altri piccoli volatili non resisteranno e moriranno. Questo miscuglio può essere anche applicato sulle piante.

Domande Frequenti – Moscerini in Casa

Come eliminare i moscerini in casa?

Conservare la frutta in frigo. Essi sono attratti dalla frutta matura, in particolare da uva, datteri e prugne;

Eliminare immediatamente i rifiuti organici. L’organico è infatti il luogo in cui è più possibile si annidino e si riproducano. Se non è possibile disfarsi  subito dell’immondizia, è bene tenerla quanto più all’aperto. Dopo aver liberato il secchio è consigliabile lavare il secchio con del bicarbonato di sodio;

Lasciare sempre le pattumiere dei rifiuti chiuse e sciacquare bottiglie e contenitori di cibo prima di gettarli;

Usare l’aglio. Come per altri insetti, l’odore dell’aglio aiuta anche a tenere lontani i moscerini;

Prevenire la proliferazione di moscerini pulendo le tubature periodicamente con un detergente enzimatico e non lasciando piatti sporchi in giro.