Mattonelle rivestimenti cucina, tra materiali e budget: quali scegliere

Dalle ristrutturazioni complete dell’appartamento ai minimi rimodernamenti: a prescindere dal tipo di restyling da effettuare, la scelta del rivestimento mattonelle in cucina deve essere effettuato con cura. Tra forme, colori, materiali e differenti costi infatti, le opzioni sono davvero tante.

Nella scelta delle mattonelle per rivestimento cucina si deve tenere conto innanzitutto della praticità, che va abbinata allo stile. Mantenere una coerente stilistica con l’ambiente (soprattutto se open space) è fondamentale. Certo, negli ultimi tempi si sono diffusi anche i colori a contrasto, che se usati nel modo giusto possono creare un bell’effetto. Ma non ci perdiamo in chiacchiere ed analizziamo le caratteristiche ed i prezzi dei diversi materiali per rivestimenti in cucina.

Rivestimento cucina moderna: tra consigli e costi medi

Per chi ama l’essenzialità lo stile moderno dovrebbe rappresentare in assoluto la prima scelta. Chi invece cerca i colori caldi dovrebbe tenere conto di materiali come il gres porcellanato o le maioliche monocromatiche. A prescindere, un ruolo fondamentale è giocato sempre dal budget che si ha a disposizione. Le mattonelle da rivestimento per cucina infatti hanno prezzi molto differenti tra loro a seconda del materiale, della forma e delle dimensioni. Di seguito si presenta una panoramica generale di quelli che sono i prezzi medi per metro quadrato:

  • Piastrelle in ceramica monocottura: 10 euro
  • Piastrelle in ceramica bicottura: dai 12 ai 15 euro
  • Piastrelle in gres porcellanato: dai 20 ai 25 euro
  • Piastrelle in gres porcellanato con effetto marmo: dai 20 ai 25 euro
  • Piastrelle in cotto: dai 30 ai 70 euro
  • Piastrelle in marmo: dai 50 ai 100 euro
  • Piastrelle in maiolica: dai 20 ai 25 euro
  • Piastrelle in resina a pellicola: dai 20 ai 30 euro
  • Piastrelle in resina spatolata: dai 50 agli 80 euro
  • Pannello in vetro temprato: 25 euro
  • Pannello in acciaio: 20 euro

Insomma, in tema di rivestimenti per cucine moderne e non solo la soluzione più economica risulta essere la piastrella in ceramica. La verità è che bisognerebbe tenere conto, prima di effettuare la propria scelta, delle qualità e delle proprietà tecniche dei diversi materiali, che possono andare più o meno bene a seconda della situazione.

Come rivestire le mattonelle della cucina: le caratteristiche dei materiali

Come anticipato le piastrelle in ceramica sono tra le più diffuse in quanto assai economiche. Il prezzo contenuto però non è sinonimo di poca qualità: queste sono resistenti all’acqua, al calore ed agli urti. Presentano infatti uno speciale smalto che le rende particolarmente durature nel tempo, oltre a dare alla cucina un aspetto sempre pulito. Queste mattonelle hanno dalla loro parte anche la versatilità: presentano tante forme e colori, in grado di soddisfare le richieste più disparate.

Un’ottima alternativa per il rivestimento delle mattonelle in cucina è data dal gres porcellanato. Le piastrelle in gres porcellanato infatti sono particolarmente resistenti a urti ed abrasioni, oltre ad essere molto duttili. Queste possono presentare diversi effetti a seconda delle esigenze sia estetiche che funzionali di ogni diversa cucina: dall’effetto legno a quello pietra, passando per il cemento ed il marmo. Ovviamente il prezzo, come detto, è un po’ più alto rispetto alla ceramica.

Per chi cerca invece una proposta un po’ diversa dal solito, la soluzione potrebbe essere rappresentata dal pannello per rivestimento cucina in vetro. Il suo aspetto particolare contribuisce a rendere la cucina luminosa, oltre che elegante e chic. Questo risulta molto facile da pulire e può essere anche decorato con qualsiasi fantasia. Insomma, un modo alternativo per dare un effetto unico alla propria cucina.

Rivestimenti per mattonelle cucina: non sottovalutare l’acciaio

Chi guarda al futuro dovrebbe invece considerare il rivestimento della cucina in acciaio. Si tratta di un materiale utilizzato soprattutto nei ristoranti e che ha numerose qualità. Innanzitutto è facile da pulire e pur essendo soggetto a graffi conserva la sua bellezza. Il suo impatto estetico può fare davvero la differenza in una cucina moderna, per questo è un’opzione da tenere sempre presente.

Rivestimento per cucina moderna: la qualità della resina

Quando si deve rivestire la parete della cucina le piastrelle non sono sempre la soluzione migliore. Un’ulteriore alternativa di cui tenere conto è il rivestimento della cucina in resina, forse troppo sottovalutato. Questo può donare all’ambiente la giusta omogeneità, oltre a rendere il tutto molto pratico e facile da pulire. Se è vero che la resina costa un po’ di più rispetto agli altri materiali, c’è da dire che l’effetto finale che si va a creare è davvero unico nel suo genere. Sia per chi cerca colori discreti, sia per chi vuole optare per tonalità più sgargianti: la resina potrebbe essere la scelta migliore in assoluto.