A caccia di emozioni forti? Ecco i luoghi infestati in Italia…

Strumenti che suonano da soli, urla e spiriti vaganti… paura? Scopriamo quali sono i luoghi infestati in Italia…

 

Un tempo dimore meravigliose, poi abbandonate e cadute in rovina, sono molte le case stregate e i luoghi infestati in Italia. Talvolta le paure e le superstizioni della gente hanno creato falsi miti intorno ad essi, altre volte invece questi posti si sono guadagnati il titolo di “luoghi infestati” proprio per l’effettiva presenza di spiriti o rumori sinistri.

Posti ricchi di leggende e storie, quindi, che tramandate di generazione in generazione hanno fatto sì che questi luoghi diventassero inquietanti e paurosi, i luoghi ideali dove passare un Halloween da urlo!

 

Case infestate dagli spiriti

La Casa Rossa, anche detta Villa delle streghe o Villa De Vecchi, si trova in provincia di Lecco ed è stata costruita tra 1854 e il 1858 dal Conte Felice De Vecchi come residenza estiva della famiglia. Poco dopo la realizzazione della villa, però, il Conte trovò la moglie morta in una delle stanze e qualche tempo dopo la figlia scomparve senza essere più ritrovata.

Dopo la morte del Conte, la villa passò al fratello di quest’ultimo, ma anch’egli non vi soggiornò a lungo: infatti, il custode di quello che è stato definito uno dei luoghi infestati in Italia, trovò la moglie morta e straziato dal dolore si uccise a sua volta. Da allora alcuni curiosi hanno raccontato di aver udito il suono di un pianoforte provenire dall’interno della casa, che sia qualche spirito rimasto nella villa o solo un’allucinazione uditiva?

In un altro dei luoghi infestati in Italia, molti narrano di un suono che proviene da dentro una casa, si tratta in questo caso di un violino che prende a suonare da solo durante la notte, dentro la sua bacheca. Ci troviamo in Liguria, in una località in provincia di La Spezia, dove un tempo abitava un musicista per l’appunto che morì a causa di una lunga e dolorosa malattia. La Casa del Violino, dopo la morte del giovane non fu reclamata da nessuno e venne aperta, quindi, a chiunque voglia passarci una notte. Ma attenzione: il bel suono del violino è accompagnato da urla terrificanti… decisamente non un’esperienza per i deboli di cuore!

Sempre in Liguria si trova un altro luogo, si tratta della Ca’ delle anime di Voltri, a Genova. La locanda è nota per essere stata la scena del crimine di numerosi omicidi: infatti, i gestori assassinavano regolarmente i loro malcapitati ospiti in modo piuttosto crudele. I proprietari del luogo rubavano i soldi delle loro vittime e gettavano il cadavere in una fossa comune. Si narra che le anime degli ospiti siano rimaste intrappolate nell’edificio e vaghino in esso, talvolta facendo cadere mobili e oggetti e rendendo questo posto uno dei luoghi infestati in Italia.

I castelli più spaventosi

Case e locande non sono gli unici luoghi infestati in Italia. I castelli, infatti, sono tra i posti più spaventosi del nostro Paese.

Tra quelli più spaventosi, c’è il Castello della Rotta di Moncalieri. Le leggende che si narrano intorno a questo posto sono le più disparate: un frate murato vivo, un bambino vittima di un incidente, un uomo condannato alla decapitazione e una promessa sposa assassinata, quest’ultima, è la storia più famosa. Due giovani amanti, un cavaliere e una ragazza, non ebbero una vita felice: infatti la fanciulla, promessa sposa al padrone del castello venne uccisa da costui quando scoprì il tradimento. Si racconta che lo spirito del cavaliere distrutto dalla morte della sua bella si aggiri ancora nei pressi del Castello.

Il Castello della Rotta a Moncalieri

Anche nel Castello di Valsinni, in provincia di Matera, si racconta della morte di una donna uccisa per amore. In questo caso, furono i fratelli della giovane a toglierle la vita perché scoprirono la passione di lei per un nobile sposato, loro nemico. La leggenda vuole che la ragazza sia prigioniera tra le mura del Castello e che vaghi di notte piangendo il suo amore perduto.

Sempre di donne, amore e morte si parla per un altro luogo infestato, il Castello di Lagopesole, in provincia di Potenza. Protagonista della storia è Elena Ducas, moglie di Manfredi e nuora di Federico II di Svevia, fu rapita da Carlo d’Angiò per motivi politici. In segno di ribellione per la separazione dalla sua famiglia, la donna si lasciò morire di fame. La leggenda vuole che al tramonto sia possibile vedere il suo spirito alla finestra del Castello, mentre quello di Manfredi vaga per le campagne alla ricerca della moglie.

 

Luoghi misteriosi: chiese e cimiteri

Tra i luoghi infestati in Italia non potevano certamente mancare chiese e cimiteri. In particolare, il Cimitero della Certosa di Bologna è uno dei più antichi di tutta Europa ed è ovviamente un posto misterioso. Nel corso degli anni sono state molte le persone che hanno raccontato di aver assistito ad apparizioni di fantasmi e spostamenti di oggetti.

Cimitero della Certosa di Bologna: cimiteri misteriosi

Storie terrificanti ed episodi misteriosi si sono verificati anche in provincia di Vercelli, nel cimitero di Darola e nella vicina Abbazia di Santa Maria di Lucedio. Si racconta che la chiesa fosse il luogo in cui venivano compiute pratiche magiche e riti blasfemi volti a invocare il Diavolo… non solo luoghi infestati, quindi, ma anche stregati!

Su Immobili Ovunque abbiamo selezionato i migliori appartamenti in vendita in Italia. Non temere sorprese…nessun fantasma verrà a bussare alla tua porta!

Vota l’articolo:

5 / 5 (2 votes)

Ti è piaciuto l'articolo?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest

LASCIA UN COMMENTO