Libreria in cartongesso: una trovata utile e originale

Arredare gli ambienti inserendo al loro interno una libreria in cartongesso potrebbe essere un’idea in grado di renderli unici e speciali. In questo modo si potrebbe progettare personalmente un elemento utile e funzionale, che risulterebbe anche molto originale. Questa soluzione d’arredo è in grado di conferire un fascino singolare alla stanza in cui viene costruita, sfruttando al meglio gli spazi a disposizione. La costruzione di una libreria in cartongesso richiede tempi relativamente brevi e costi abbastanza contenuti. Anche per questo è una soluzione da prendere assolutamente in considerazione per personalizzare i nostri ambienti.

Se si dedica la giusta attenzione alla fase di progettazione della libreria in cartongesso, si possono ottenere risultati veramente sorprendenti. Per quanto riguarda la realizzazione sarebbe consigliabile rivolgersi a degli esperti del settore, ma non è completamente da escludere il fai da te. La leggerezza e la versatilità di un materiale facile maneggiare come il cartongesso, lo rendono accessibile agli amanti del DIY dotati di buona manualità. Scopriamo insieme alcune idee su come progettare e realizzare una libreria in cartongesso unica.

Progettare una libreria in cartongesso: alcune idee

Come anticipato, la fase di progettazione della libreria in cartongesso è sicuramente la più importante, per non rischiare di ottenere un risultato insoddisfacente. Per portare a termine al meglio questo passaggio basterà tenere conto degli spazi a disposizione e fare un disegno della libreria che soddisfi le nostre aspettative. Nel caso in cui si ricorresse alla costruzione per mano di un tecnico specializzato, il suo parere sarebbe naturalmente da tenere in considerazione per essere certi che il progetto sia attuabile. Una volta realizzato uno schizzo non privo di tutte le misure necessarie, si potrà procedere alla costruzione di un elemento d’arredo del tutto originale.

Spesso si ricorre alla costruzione di una libreria in cartongesso in modo tale da sfruttarla per separare due ambienti. Ad esempio in un open space, questa potrebbe essere la soluzione ideale per dividere la cucina dal soggiorno. In questi casi le soluzioni da adottare sono molteplici e basterà scegliere quella che fa al caso nostro. Si potrebbe costruire una libreria piccola che sporga da un solo lato della stanza o una più grande che sporga da entrambi.

Questi due lati potrebbero essere anche uniti da un ripiano superiore a ponte che renderebbe la libreria anche un passaggio tra due diversi ambienti. Un’altra valida soluzione potrebbe essere anche quella di posizionare la libreria al centro della stanza, rendendola una sorta di isola dedicata alla lettura. In questo caso si potrebbero creare ripiani in cui riporre i piani su tutte le facciate presenti. Si potrebbe inoltre considerare di realizzare una libreria freestanding in cartongesso, che permetterebbe una migliore diffusione della luce all’interno dell’ambiente.

Anche se si dovesse scegliere di mettere su una libreria in cartongesso semplicemente per arredare la parete di una stanza, le possibilità sono svariate. Si potrebbero creare dei semplici e regolari spazi rettangolari o quadrati su cui riporre semplicemente i propri volumi, o si può scegliere di progettare delle forme diverse tra loro in cui riporre vari oggetti. Ad esempio si potrebbe creare una sorta di parete attrezzata in cui alloggiare il televisore, o ritagliarsi lo spazio per inserire un caminetto elettrico.

Sfruttando l’andamento delle pareti si potrebbe anche creare una libreria ad angolo che sembrerebbe avvolgere la stanza. Le possibilità sono dunque infinite, basterà aguzzare l’ingegno e sfruttare la fantasia per costruire una libreria in cartongesso in base ai nostri gusti e alle nostre necessità.

La realizzazione di una libreria in cartongesso

Qualora scegliessimo di affidare la costruzione della libreria ad un professionista, dovremmo preoccuparci maggiormente della fase di progettazione. Il tecnico provvederebbe poi a procurare il materiale necessario e a realizzare il nostro progetto. In questo caso la libreria sarebbe allestita direttamente in loco in pochi giorni, e il risultato ottimale dovrebbe essere garantito.

Se invece dovessimo scegliere di ricorrere alla soluzione del fai da te, ci servirà sapere come lavorare con il cartongesso. Dovremo procurarci innanzitutto i pannelli di cartongesso, le guide e i montanti che costruiranno lo scheletro della libreria. Poi dovremo avere a disposizione diversi attrezzi (taglierino, avvitatore elettrico, trapano, metro, livella a bolla) e gli elementi necessari a rifinire il lavoro (stucco, vernice, paraspigoli).

Dopo aver preso attentamente le misure dovremo procedere a fissare lo scheletro della struttura inserendo i montanti all’interno delle guide e fissando il tutto alle pareti o al pavimento. A questo punto potremo avvitare i pannelli di cartongesso sulla struttura metallica, facendo attenzione che le viti attraversino interamente il cartongesso, in modo tale da non essere visibili a lavoro ultimato.

Durante i vari passaggi è sempre consigliabile verificare lo squadro dei vari elementi con la livella a bolla. Dopodiché basterà posizionare i paraspigoli, stuccare e verniciare la libreria del colore che preferiamo. Se si ricorre al fai da te è comunque importante farsi consigliare per scegliere la giusta tipologia di cartongesso. Solitamente per costruire una libreria è meglio ricorrere al cartongesso fibrorinforzato, in grado di reggere fino a 55 kg.