Lavanderia sul balcone: idee su come organizzarla al meglio

lavanderia sul balcone

I balconi hanno assunto sempre più importanza negli ultimi tempi in un discorso di ottimizzazione degli spazi, soprattutto per le persone che vivono in città. Gli appartamenti urbani infatti, a prescindere dalla loro grandezza, se da un lato sono penalizzati dal non disporre di cortili, e quindi di ambienti supplementari, privati, dall’altro hanno aperto a mille possibilità di utilizzo diverse, acquisendo varie funzioni inedite, come ad esempio, la coltivazione di un personalissimo orto.

In questo senso, i balconi, soprattutto se a veranda, sono quindi sfruttati in modo sempre più efficace e posseggono le giuste potenzialità per aggiungervi ancora altri compiti. Oltre ad utilizzare i balconi per il relax, per godere di un poco di aria fresca e godersi il panorama, ad esempio, è possibile installarvi una piccola cucina o persino un angolo hobby. Molte persone hanno però preferito riservare uno spazio del terrazzo per realizzare una comoda lavanderia.

Mentre la classica lavanderia che viene posizionata in bagno può risultare ingombrante e limitare l’uso dei servizi nel momento in cui deve essere utilizzata, il balcone fornirà invece un ambiente a cui sarà sempre possibile accedere e in cui sarà facile conservare tutto ciò che occorre per la pulizia.

Alcune accortezze preliminari

Ovviamente per prima cosa, oltre a considerare gli spazi minimi necessari alla lavanderia, bisogna assicurarsi di poter predisporre le prese della corrente e gli attacchi per i vari tubi di scarico per la lavatrice e, in aggiunta, per un lavabo esterno. Strutturalmente sarebbe meglio posizionare la lavatrice adiacente al muro del balcone dove sono presenti altri attacchi dell’acqua, come nel caso del bagno o della cucina.

Se non disponiamo di una veranda, per proteggere gli elettrodomestici dal sole e dalle intemperie ci occorreranno dei coprilavatrice o delle strutture o dei mobili in cui inserirli.

Prima di creare una lavanderia sul terrazzo, andrebbero considerati poi i punti che riguardano il design verticale, l’ampliamento eventuale del sistema idraulico e l’organizzazione di un luogo di lavoro.

Come organizzare la nostra lavanderia

Per un’organizzazione ottimale della lavanderia sulla veranda, bisogna ripensare a tutto gli spazi in verticale. In primo luogo, occorre decidere dove si desidera costruire la lavanderia e prendere alcune misure per adattare l’ambiente esterno di casa alla presenza della lavatrice e degli altri elementi. Chi possiede un balcone lungo e stretto, ad esempio, generalmente preferisce mettere l’asciugatrice sopra la lavatrice, se se ne possiede una.

Accanto agli elettrodomestici possono essere posizionati i mobili come un armadio per la biancheria o un mobile che nasconde l’asse da stiro. Tutti i materiali per la pulizia come detersivi, panni e  spugne possono essere ordinatamente riposti all’interno del mobile. Non occorre neanche che l’armadietto sia particolarmente grande: se non si hanno molte mensole a disposizione si può sfruttare la porta del mobile per appendere bottiglie o altri piccoli accessori a dei ganci che avremo montato al suo interno.

Gli oggetti indispensabili per la lavanderia

Per ottenere un bucato ideale, anche se si dispone di un’asciugatrice, per mantenere vivi i colori dei vestiti, sarà bene esporli alla luce solare, che svolgerà anche un’azione antibatterica. Si consiglia quindi di conservare uno stendibiancheria da aprire sul balcone all’occorrenza.

Un modo per risparmiare tempo nella tediosa operazione di lavaggio consiste nel creare un sistema formato da vari portabiancheria in cui separare la biancheria sporca (colorata o bianca) in modo da poter far partire una lavatrice velocemente nel momento in cui questi si riempiono.

Se il terrazzo lo permette, il nostro spazio di lavoro potrà ospitare una panchina ed un lavandino accanto ad essa. In questo modo si potrà procedere anche a lavare a mano il bucato delicato, oppure ci si potrà le mani subito dopo aver toccato biancheria sporca o i detersivi per la pulizia.