Immobiliare e logistica, il commercio elettronico offre sempre più supporto

Indice articolo
Il settore della logistica, con particolare riferimento alle locazioni, continua a crescere
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Il ruolo del commercio elettronico a supporto del mercato immobiliare italiano e degli affitti della logistica continua a crescere e a consolidarsi, permettendo ad alcune realtà urbane di poter vantare delle progressioni piuttosto interessanti sul fronte delle locazioni.

E-commerce e locazioni

Stando a quanto affermano gli ultimi dati elaborati dall’analisi del Borsino Immobiliare del settore di World Capital, il mercato italiano delle locazioni degli immobili per la logistica sarebbe in costante sviluppo, e la ragione è (anche) da ricercarsi proprio al contributo che l’e-commerce ha svolto nel 2018 e, secondo tutte le principali proiezioni, continuerà a svolgere nel corso del 2019.

Più nel dettaglio, la ripresa dell’immobiliare e degli affitti per la logistica sembra essere ben certificata da quanto sta accadendo in alcune aree della Penisola, con Napoli a guidare la classifica delle principali città tricolori grazie a un incremento dell’8%, e canoni d’affitto massimi per 52 euro per metro quadro l’anno. Bene anche le prestazioni di Milano e di Bologna: in entrambi i casi le locazioni logistiche sono cresciute del 6%, con il capoluogo lombardo che vanta oggi un canone massimo di 56 euro per metro quadro l’anno, e quello emiliano – romagnolo che invece ha un canone massimo di 55 euro per metro quadro l’anno.

Crescono nuove costruzioni e build-to-suit

Le buone notizie non sono però finite qui. Sempre secondo quanto afferma il del Borsino Immobiliare di World Capital, infatti, a livello nazionale cresce di più del 50% la superficie logistica di nuova costruzione, e la domanda di spazi di ultima generazione da parte di corrieri e altri operatori nazionali e internazionali sta anche sostenendo la realizzazione di strutture build-to-suit, ovvero impianti immobiliari che vengono costruiti e attrezzati su misura per le esigenze del cliente.

Sempre in relazione alle elaborazioni compiute da World Capital, tra le diverse richieste di capannoni di nuova generazione la quota maggioritaria sembra essere attribuibile ai corrieri, che spesso vanno alla ricerca di immobili con dimensioni specifiche (tipicamente pari a 3.000 – 5.000 metri quadri), nelle prossimità delle città e con specifici layout.