Il castello di Sissi a Vienna: tra la Hofburg e la Reggia di Schonbrunn

Se il castello di Sissi a Vienna era la Hofburg, appena fuori dal centro della città si trovava anche la residenza estiva.

 

Due palazzi splendidi caratterizzati da un innumerevole numero di stanze e da un incredibile sfarzo!

Quando si parla di regni e imperi, le storie d’amore dei sovrani si fondono con le vicende politiche del paese di cui sono a capo e con il futuro dello stesso. La storia che ha legato Elisabetta di Baviera e Francesco Giuseppe I d’Austria è stata una di queste: la passione che legò l’imperatore d’Austria alla ragazza della Baviera, meglio conosciuta come la Principessa Sissi (grazie all’omonimo film con protagonista la bellissima Romy Schneider), infatti, è stata di grande impatto anche sulle sorti dell’impero d’Austria.

A differenza di quanto accade in un film, la vita nella realtà può essere molto diversa, come in questo caso: la giovane ragazza, forse troppo giovane e immatura per ricoprire il ruolo che le spettava, una volta arrivata a corte si trovò molto in difficoltà e non si adattò mai bene alla vita che le è stata assegnata. Il palazzo in cui si trova a vivere finì per essere per lei una gabbia dorata… certo, però, un luogo unico dove vivere! Il castello di Sissi a Vienna non è soltanto uno: infatti gli Asburgo vivevano tra il la Hofburg, che si trova proprio nel cuore della capitale austriaca, e il Castello di Schonbrunn, un enorme complesso con 1.441 stanze e un parco di 120 ettari.

Prima di diventare imperatrice, la Principessa Sissi, aveva vissuto la sua infanzia tra il palazzo di famiglia di Monaco e la residenza estiva di Possenhofen, due ambienti altrettanto belli sebbene più semplici. Quest’ultimo, in particolare, si trova sulle rive del lago di Starnberg, a sud di Monaco di Baviera. Acquistato nel 1834 da Massimiliano Duca in Baviera, padre della Principessa Sissi, fu il luogo dove Elisabetta, insieme ai suoi fratelli e sorella, trascorse molte giornate immersa nella natura portando avanti una vita felice e libera, sicuramente diversa da quella che poi l’avrebbe attesa…

 

Hofburg: il castello di Sissi

La vita a Vienna per Sissi, quindi, non fu mai facile. Per fuggire dalla tanto odiata suocera e dalla vita imperiale, la principessa viaggiava continuamente e instancabilmente, solitamente fuori dall’Austria, per tutto il resto dell’Europa, in Ungheria e in Italia soprattutto. Nel castello di Sissi a Vienna, l’imperatrice si rifugiava nei suoi appartamenti che ancora oggi sono visitabili.

Il palazzo imperiale, nel quale si trovano le stanze della Principessa così come quelle dell’imperatore, è un complesso architettonico di 18 palazzi con circa 2.400 stanze. Ogni discendente e imperatore degli Asburgo ha lasciato la sua impronta aggiungendo un’ala, arricchendo le collezioni d’arte e i palazzi già esistenti. Per questo motivo gli edifici del castello di Sissi a Vienna non hanno un ordine preciso né uno stile unitario, ma sono caratterizzati da elementi propri di diverse epoche e dal gusto di ogni imperatore. Dominano, tuttavia, lo stile barocco e il neoclassico.

Oggi i palazzi della Hofburg ospitano vari musei, una cappella, una chiesa, la Biblioteca Nazionale Austriaca, la Scuola d’Inverno d’Equitazione, inoltre sono un importante centro per fiere, congressi, concerti e anche la sede dell’attuale Presidente della Repubblica d’Austria.

Ovviamente, visitando questo complesso potrai fare un tour degli appartamenti imperiali: quello di Francesco Giuseppe dove visse dal 1857 fino alla sua morte nel 1916 e quelli della Principessa Sissi. Qui si può in parte capire come si svolgevano le loro vite e il loro carattere.

Per quanto riguarda la Principessa Sissi è possibile vedere numerosi oggetti che le appartenevano e che sono lo specchio della sua ossessione per la bellezza e il fisico. Infatti, nelle sue stanze erano presenti un bagno e una palestra, ma entrambi destarono scandalo: l’imperatrice si immergeva con frequenza nella vasca, ovvero una volta al giorno e si allenava quotidianamente con gli attrezzi. La Principessa Sissi era ossessionata dalla forma, tanto da sottoporre il suo corpo a diete, digiuni, bagni gelidi e immersioni nell’olio bollente, applicando numerosi impacchi sul viso applica e dedicando ogni giorno più di tre ore alla cura dei lunghissimi capelli e facendo tragedie se ne perdeva qualcuno.

Gli Asburgo vivevano tra il Palazzo Hofburg, che si trova proprio nel cuore della capitale austriaca, e il Castello di Schonbrunn

Oltre agli oggetti qui presenti, nel Sisi Museum presente anch’esso nel castello di Sissi a Vienna, sono presenti altri elementi che hanno fatto parte della sua vita e della sua morte. Qui si possono vedere una ricostruzione dell’abito con cui fu incoronata Regina d’Ungheria e la lima utilizzata dall’anarchico Luigi Lucheni per ucciderla a Ginevra nel 1896.

 

Il Castello Schönbrunn

Oltre alla Hofburg, gli Asburgo possedevano anche una residenza estiva poco lontano dal centro della capitale dell’Impero. Si tratta del Castello Schönbrunn caratterizzato da numerose e lussuose Camere Imperiali e da un magnifico parco: furono, infatti, 1.441 le stanze a disposizione dell’imperatore Francesco Giuseppe e della Principessa Sissi, ma oggi sono soltanto 45 quelle visitabili.

Queste sale hanno visto passare illustri personaggi della storia austriaca e internazionale. Oltre a Elisabetta e suo marito, furono moltissimi gli imperatori che trascorrevano i loro giorni tra queste mura. Nella Sala degli Specchi un bambino prodigio di nome Mozart suonò all’età di sei anni; nello stanzone cinese a pianta rotonda e nella camera Vieux-Laque avvenivano conferenze segrete tra i regnanti, tra i quali fu protagonista anche Napoleone; nella Grande Galleria si tenne il Congresso di Vienna del 1814/15 e nel Salone Cinese Blu, l’imperatore Carlo I firmò nel 1918 il suo atto di rinuncia al governo ponendo fine alla monarchia.

Lo stile che caratterizza questa Reggia il rococò e, in particolare, la Camera dei milioni, rivestita in palissandro e decorata con preziose miniature provenienti da India e Persia, è considerata uno degli esempi di questo stile più belli al mondo.

Il parco della Reggia di Schönbrunn ospita fontane, statue, monumenti, alberi e fiori

Mentre il parco della Reggia di Schönbrunn ospita fontane, statue, monumenti, alberi e fiori e la Gloriette, il Museo delle Carrozze imperiali, il Giardino del Principe ereditario, il Giardino dell’Orangerie, il dedalo, il giardino zoologico, la Serra delle Palme e la Casa del Deserto… insomma chi più ne ha più ne metta!

La Reggia di Schönbrunn è oggi una delle mete più visitate dell’Austria nonché parte del patrimonio culturale mondiale dell’UNESCO. Certo, trovare una casa all’altezza del Castello di Sissi a Vienna è praticamente impossibile, ma provare a cercare tra le ville in vendita non costa nulla!

Vota l’articolo:

5 / 5 (2 votes)

Ti è piaciuto l'articolo?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest

LASCIA UN COMMENTO