Ecco il rapporto degli italiani con gli immobili

L’Istat ha aggiornato il suo dossier sulla situazione delle famiglie italiane e sulla loro relazione con il patrimonio immobiliare.

 

Un dossier che conferma quanto comprare case sia ancora un obiettivo importante per moltissimi di noi…

Qual è il rapporto degli italiani con “la casa”? Di tanto in tanto l’ ISTAT ce lo racconta con uno specifico dossier relativo alla situazione delle famiglie italiane e della loro relazione con il patrimonio immobiliare. Un dossier che conferma quanto sia forte l’attrazione dei cittadini della Penisola nei confronti dell’investimento abitativo, e che mostra le solite differenze tra nord, centro e sud.

 

Partiamo dai dati

Raccogliamo allora gli spunti di maggiore interesse statistico.  Il 70% delle famiglie vive in case di proprietà. Come anticipato, il dossier conferma quanto sia forte l’attrazione degli italiani nei confronti del patrimonio immobiliare, con il 70% delle famiglie residenti(circa 19 milioni di unità) che vive in una casa di proprietà. È invece di poco meno del 20% la quota di famiglie residenti che vive in condizioni di affitto o di sub-affitto, mentre la rimanente quota (circa il 10%), vive in abitazioni per le quali risulta avere un titolo di usufrutto, o altro titolo.

Le differenze nel Paese

Il dato mostra tuttavia una spiccata variabilità per macro area. La proprietà immobiliare è infatti maggiormente diffusa nelle Isole, con il 75% dei nuclei familiari che risulta essere proprietario, mentre l’usufrutto è maggiormente presente nel Sud, con il13,2%, contro valori medi proprietari del 68,3%. Maggiore sembra altresì essere il ricorso all’affitto nel Nord Italia. Nel centro delle aree metropolitane,  si tocca il 27,7%. La quota di proprietà sale man mano che ci si sposta dal centro alle periferie e, soprattutto, nei comuni più piccoli.

Mutuo e affitto

Una famiglia su cinque paga un mutuo. L’Istat ci informa che paga un mutuo il 19,2% delle famiglie che vivono in abitazioni di proprietà, con una quota maggiore nel Nord Italia (24,9% nel Nord Ovest e22,3% nel Nord Est) e nel Centro (20,7%)rispetto al Sud (10,8%) e alle Isole (11,6%).

Mutuo e affitto: sepse a confronto
Mutuo e affitto a confronto

L’importo medio della rata di mutuo per le famiglie è paria 565 euro mensili. La spesa media per le famiglie che pagano un affitto è invece pari a poco meno di 400 euro a livello nazionale, con un picco di 461 euro nel Centro e 420-425 euro nel Nord. Più economico è invece il peso al Sud (316 euro) e nelle Isole (309 euro). Per tipologia di abitazione, nei Comuni delle aree metropolitane si paga un affitto pari a 487 euro mensili, con un rincaro di 83 euro al mese rispetto ai comuni periferici e di 142 euro al mese rispetto ai comuni più piccoli.

La spesa per i consumi

Per quanto infine riguarda la spesa per i consumi che viene sostenuta dalle famiglie in abitazioni di proprietà, l’importo è pari a 2.074 euro, contro i 1.855 euro per le famiglie in affitto e i 1.595 euro per le famiglie in usufrutto o uso gratuito. La spesa per l’abitazione rappresenta quasi un terzo della spesa complessiva per i consumi delle famiglie in affitto, con maggiore assorbimento del pagamento delcanone.Ne deriva che le famiglie in affitto hanno meno risorse da destinare agli altri capitoli di spesa e, in particolar modo, ai trasporti, cui viene destinato l’11,5% del budget mensile, contro il 15,4% delle famiglie proprietarie.

Vota l’articolo:

5 / 5 (2 votes)

Ti è piaciuto l'articolo?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest

LASCIA UN COMMENTO