Dormire sotto le stelle: i migliori luoghi d’Italia

glamping

Da qualche anno a questa parte, complice la voglia di staccare la spina per immergersi momentaneamente nella natura, ma anche la possibilità di immortalare dei posti unici per Instagram, si è sempre più diffuso il fenomeno del cosiddetto glamping, una forma di soggiorno vacanze che incrocia il campeggio (camping) con il lusso (glamorous). Si ha quindi modo di vivere un’esperienza di isolamento dal frastuono della città, in resort o strutture di design piene di comfort e dalle quali è possibile addormentarsi guardando il cielo stellato.

Il desiderio di escapismo nella natura selvaggia mantenendo però tutte le comodità proprie della casa esiste da secoli, almeno per una certa fetta di persone benestanti che se lo potevano permettere, ma le novità degli ultimi tempi risiedono almeno in due aspetti:

  • Per quanto non economico come un campeggio, dormire sotto le stelle non è più un’esclusività per pochi. Famiglie, coppie o single: chiunque può godere di una notte di completo relax, che sia per festeggiare un evento particolare o solo per trascorrere un weekend fuori dalla solita routine;
  • l’aumentata consapevolezza verso il rispetto dell’ambiente ed il turismo sostenibile si rispecchia nella scelta dei siti destinati al glamping ma anche in quella dei materiali con i quali sono costruiti questi alloggi verdi. Spesso infatti sono gli agriturismi o i campeggi ad accogliere le unità destinate agli ospiti.

I tipi più comuni di strutture abitative del glamping comprendono stanze con soffitti a scomparsa, tende, capanne e, soprattutto, le ormai famose sfere trasparenti (o bubble room).

Dormire sotto le stelle in Italia

Anche se inizialmente importato dal nord Europa, basti pensare al successo degli igloo trasparenti in Finlandia da cui poter ammirare l’aurora boreale, il sogno di voler dormire sotto le stelle è ormai piena realtà anche nel Bel paese. Non mancano infatti neanche da noi le opportunità di farlo, sia in montagna che al mare, e sia al nord che al sud. Andiamo a scoprire i posti più caratteristici dello stivale.

Dolomiti

Il Rifugio col Gallina a Cortina D’Ampezzo si trova ai piedi del monte Lagazuoi ed offre due stanze molto particolari, le Starlight Room. Realizzate in legno e vetro, essendo in grado di ruotare a 360 gradi, danno la possibilità di seguire le costellazioni ed ogni dettaglio del panorama circostante.

Mirano (Venezia)

Restando in Veneto, troviamo anche il primo resort glamping italiano, ovvero il Glamping Canonici di San Marco. Si tratta di una prestigiosa residenza in cui sono presenti tende di lusso a diverso tema, complete di bagni in ceramica, mini bar e aree private nel verde.

Borgo Ticino (Novara)

Ci spostiamo in Lombardia, e più precisamente in provincia di Novara, dove incontriamo il Relais dei Cesari che, accanto a case tradizionali, mette a disposizione anche due romantiche bolle trasparenti in cui dormire sotto il cielo e poter ricevere anche dei massaggi.

Biccari (Foggia)

Scendendo al sud, arriviamo al Bubble Room sul tetto della Puglia, in provincia di Foggia, in cui si può alloggiare in camere dalle cupole trasparenti circondate dal silenzio e dal bosco che si staglia attorno al Lago Pescara.

Torvaianica (Roma)

Se si è in famiglia, il parco Zoomarine, oltre alle varie attrazioni per grandi e piccini, dispone dell’opzione “Dormi sotto le stelle” , che permette di trascorrere anche la notte al suo interno, soggiornando in tenda.

Sorano (Grosseto)

Situato nella Maremma toscana, l’agriturismo Sant’Egle è costruito in modo ecocompatibile ed utilizza energia totalmente ricavata da fonti rinnovabili. Al di là delle suite tradizionali, vi è spazio per delle luxury tent con ampie terrazze private, vasche riscaldate o piscine salate all’interno delle quali è possibile abbandonarsi all’ozio.

Messina

“Una notte sotto le stelle” è il nome della zona dedicata alle bubble room proposte dall’azienda agricola Villarè che, in aggiunta alla magia del chiudere ed aprire gli occhi sul cielo siciliano, garantisce la vista sul mare, una colazione a base di prodotti biologici coltivati localmente ed una visita alla fattoria degli animali.