Doccia walk in: caratteristiche, prezzi, pro e contro

doccia walk in

La doccia rappresenta sicuramente uno degli elementi più importanti per l’arredo di un bagno, da un punto di vista tanto funzionale quanto estetico. Una buona installazione dovrebbe riuscire ad ottimizzare lo spazio da un lato e dare l’idea di un ambiente molto curato dall’altro. Come succede spesso in tema di arredi per la casa, anche per le docce le mode cambiano di continuo e col passare del tempo nascono modelli sempre diversi.

A tal proposito novità degli ultimi anni sono le docce walk in: un tipo di docce moderne, aperte su più lati e tendenzialmente molto diverse rispetto a quelle tradizionali, chiuse su tutte le pareti. Quella della cabina doccia walk in è senza dubbio una scelta contemporanea e di design, ma quanto costa? E quali sono i suoi pro e contro? Proviamo a capirci qualcosa in più, non prima di aver visto le sue caratteristiche.

Walk in doccia: le caratteristiche di una doccia senza porta

Come anticipato, siamo di fronte ad un modello davvero unico nel suo genere. Si tratta infatti di una doccia senza porta a tutti gli effetti: non c’è bisogno di aprire o di farla scorrere ai lati, ma presenta una struttura aperta. Il box doccia walk in si può realizzare in due diversi modi: ad angolo e su parete dritta. Dei due non c’è a prescindere uno migliore, il tutto dipende sempre dalle esigenze e dallo spazio dei diversi ambienti considerati.

Particolarità da sottolineare, come si diceva, è il fatto che l’area doccia non risulta divisa dal resto del bagno da separé, ante o porte ma presenta unicamente una parete in cristallo, che viene posizionata dal lato opposto rispetto al soffione.

La parete della doccia walk in, che ha un’apertura classica o a scorrimento, viene fissata al muro tramite dei supporti di metallo che hanno lo scopo di garantire la giusta sicurezza.

Il piatto della doccia walk in, inoltre, è diverso rispetto a quelli tradizionali: esso, infatti, è posizionato a filo del pavimento e non presenta dislivelli. Una scelta di design ma anche funzionale: la doccia in tal modo diventa più facilmente fruibile, soprattutto per chi presenta problemi di deambulazione.

Bagno con doccia walk in: i vantaggi sono tanti

Una volta viste le caratteristiche, è il momento di analizzare i pro di questa installazione. Il primo lo si è in parte già sottolineato: la migliore accessibilità. In questa doccia infatti è più facile sia entrare che uscire, considerata anche l’assenza della porta che, al contrario, occupa spazio in più e talvolta impedisce addirittura di muoversi in libertà. Proprio per questo motivo si tratta di un modello che si presta particolarmente a persone anziane o non autosufficienti.

Secondo vantaggio da sottolineare è quello della pulizia, che diventa molto più semplice, comoda e veloce. L’assenza di separé, ante e chissà quali altri pezzi ingombranti rende le operazioni più facili. Di fatto non serve altro che pulire la rubinetteria in acciaio ed il vetro della doccia walk in.

Oltre alla pulizia, è anche l’installazione a risultare più rapida: considerando l’assenza di porte ci si impiega mediamente molto meno tempo. Un discorso che si estende, allo stesso modo, alla manutenzione ordinaria del box.

Dulcis in fundo, menzione speciale per quanto riguarda il lato estetico. La doccia walk in ha un design tanto minimale quanto unico nel suo genere: essa arricchisce l’ambiente, facendolo apparire curato e di classe. Insomma, si tratta del meglio assoluto in tema di ambienti moderni.

Dalla doccia walk in esce acqua: questo ed altri possibili difetti

Veniamo quindi agli svantaggi riscontrabili da una doccia di questo genere. Il primo, che in genere è il più fastidioso, è la possibile fuoriuscita di acqua dall’apertura. Dopotutto si sta parlando di una doccia aperta, quindi può succedere che l’acqua esca fuori dalla cabina rischiando di allagare praticamente il bagno.

Ma qui il problema è a monte, cioè in fase di installazione. Il soffione, infatti, dovrebbe essere montato al lato opposto dell’apertura ed in tal modo la questione dovrebbe essere risolta. Altro dubbio riguarda la presenza della doccia walk in in bagno piccolo: per un modello del genere c’è bisogno di spazio ed in bagni ristretti potrebbe invece non essere proprio l’ideale. Meglio prendere bene le misure così da capire se è il caso di intervenire o meno.

Walk in doccia prezzi: dipende dalle caratteristiche scelte

Per quanto riguarda invece i costi, fare una stima è davvero molto difficile. Le fasce di prezzo per questo modello di cabina doccia sono variabili in base alle caratteristiche che si scelgono.

Diciamo che la spesa parte dai 200 euro per un modello base ma può salire e non poco a seconda di: installazione del cristallo anticalcare, utilizzo di vetri particolari, eventuali disegni sulla cabina, presenza di altre attrezzature, etc. Per avere le idee più chiare in merito non resta che chiamare un esperto in materia e farsi fare un preventivo.