Costo cappotto termico interno e prezzi medi in base ai materiali

costo cappotto termico interno

Il cappotto termico consiste in una coibentazione ed isolamento che si applica direttamente sulla superficie delle pareti. La sua funzione principale è quella di creare una sorta di barriera in grado di evitare le dispersioni di calore. Questo può essere esterno ed interno. Quello esterno tiene meglio la temperatura, tant’è che quello interno di solito viene scelto perché l’altro non può essere installato.

Ma a quanto ammonta il costo di un cappotto interno? Difficile dirlo. Questo può cambiare infatti in base ai diversi materiali scelti. In questa piccola guida si proverà a fornire un’idea di quelli che sono i prezzi medi sul mercato a seconda dei materiali, con relativi pregi e difetti degli stessi.

Cappotto interno costo: una prima stima al metro quadrato

In linea generale, ecco quali dovrebbero essere i prezzi per cappotto termico interno al mq: i più economici sono i pannelli in materiali sintetici, che costano non meno di 8 euro (stesso prezzo di quelli in poliuretano e polistirene). Leggermente più costosi (si parte dai 10 euro) sono i pannelli in materiali minerali.

Per quelli in materiali vegetali il prezzo minimo invece raddoppia. I più costosi in assoluto sono però i pannelli in sughero: circa 30 euro. A ciò bisogna aggiungere anche il costo della manodopera, di solito non inferiore ai 20 euro. Chiaramente si tratta di stime: per indicazioni più precise non resta che affidarsi ai preventivi delle diverse aziende. Ciò detto, vediamo le differenze tra i vari materiali.

Isolamento termico interno prezzi: la differenza tra i materiali

Come anticipato, il cappotto si può realizzare con i materiali più disparati: dal sughero al poliuretano, passando per schiume minerali e fibre di legno. Utilizzato comunemente è anche il cartongesso, che spesso viene accompagnato da un isolante che ne rinforza l’impermeabilità. Da un punto di vista pratico, i materiali sintetici sono sicuramente i più semplici da installare. E questa non è la loro unica peculiarità. Sono infatti quelli che costano meno: 8 euro al mq, anche se il prezzo può lievitare fino a 25 euro.

Da un punto di vista dell’efficienza il sughero però è tra i migliori. Questo, infatti, crea uno strato più resistente, che gli permette di funzionare indipendentemente dal fatto che sia inverno o estate. Insomma, resa massima ed isolamento eccellente.

Non a caso lo testimonia il prezzo: 30 euro, anche se potrebbe arrivare fino a 50 euro. Per chi cerca invece un isolamento non solo termico ma anche acustico, l’opzione migliore è la lana minerale, con un prezzo ovviamente maggiorato rispetto alla media. Meno diffuse sono infine le schiume minerali, essendo queste più difficile da lavorare e quindi da applicare.

Cappotto termico interno prezzi: scegliere in base alle esigenze

Probabilmente non esistono materiali a prescindere migliori di altri: è tutta una questione di esigenze personali. Per fare un esempio concreto: gli isolanti naturali (vegetali o animali che siano) garantiscono un ridotto impatto ambientale rispetto alla media, ma sono al tempo stesso molto costosi. Per chi pensa di isolare tutta l’abitazione, diciamo che molto probabilmente potrebbe essere una spesa troppo esosa.

Un giusto compromesso è quello offerto dagli isolanti sintetici. Questi offrono una conducibilità termica molto bassa e in un rapporto qualità-prezzo non si può dire che non siano funzionali. C’è però l’altra faccia della medaglia: questi materiali derivano dalla sintesi di petrolio e resine fenoliche. Ergo, il loro impatto ambientale è parecchio consistente. E non è tutto: questi richiedono una maggiore manutenzione.

Al di là dei prezzi del cappotto termico, un altro gruppo di materiali isolanti sono i minerali. Questi hanno un impatto ambientale sicuramente più basso di quelli sintetici, essendo costituiti perlopiù da lana di roccia ed argilla espansa. Il rapporto qualità-prezzo è davvero vantaggioso considerando che riescono ad isolare ottimamente l’ambiente. Resta comunque il problema della posa, che risulta più difficile rispetto a quella di altri materiali.

Cappotto termico interno costo: difficile fare un preventivo

Fare un preventivo preciso riguardo ad un cappotto termico interno è davvero complicato. Bisogna considerare che i costi variano singolarmente, tenendo conto del materiale e del tipo di lavoro. Ogni pannello infatti cambia in base al materiale, alla grandezza e soprattutto al tempo di posa.

Quest’ultimo può incidere in particolare sul costo della manodopera, che parte dai 20 euro minimi ma può arrivare potenzialmente anche a 40 euro. Insomma, sono troppi i fattori da considerare per fare un preventivo. Il consiglio, come già dettato in precedenza, è quello di riferirsi direttamente a uno o più aziende del settore.

E per quanto riguarda la scelta dei materiali più adatti in base al proprio appartamento? Le peculiarità dei diversi materiali si sono analizzate sopra. In caso di dubbi, non resta che affidarsi ai consigli di un esperto in materia.

Domande Frequenti – Costo Cappotto Termico Interno

Quanto costa un cappotto termico interno?

I più economici sono i pannelli in materiali sintetici, che costano non meno di 8 euro (stesso prezzo di quelli in poliuretano e polistirene). Leggermente più costosi (si parte dai 10 euro) sono i pannelli in materiali minerali.

Per quelli in materiali vegetali il prezzo minimo invece raddoppia. I più costosi in assoluto sono però i pannelli in sughero: circa 30 euro. A ciò bisogna aggiungere anche il costo della manodopera, di solito non inferiore ai 20 euro. Chiaramente si tratta di stime: per indicazioni più precise non resta che affidarsi ai preventivi delle diverse aziende.