Comprare casa in zona rossa o arancione

Comprare casa in zona rossa o arancione

Posso andare a vedere una casa da comprare? Sono consentite le visite immobiliari in zona rossa? Sono consentiti gli spostamenti tra regione per l’acquisto di una casa?

Con l’entrata in vigore del DL draghi in merito agli spostamenti in zona rossa, entrato in vigore il 15 Marzo 2021, vediamo cosa è consentito a coloro che stanno acquistando casa anche in regioni diverse da quelle in cui vivono.

Il governo, sulle linee già prestabilite dal precedente Dpcm del governo Conte, ha stabilito che l’acquisto di una casa, rientra tra i motivi in cui è possibile spostarsi anche in caso di zona rossa.

Le F.A.Q. disponibili sul sito del governo, citano infatti le seguenti parole “È permesso effettuare un sopralluogo presso un immobile da acquistare o locare. Tuttavia le visite degli agenti immobiliari con i clienti presso le abitazioni da locare o acquistare potranno avere luogo solo con l’utilizzo, da parte dell’agente immobiliare e dei visitatori, delle mascherine e dei guanti monouso e mantenendo in ogni momento la distanza interpersonale di almeno un metro e, preferibilmente, quando le abitazioni siano disabitate“.

Lo stesso discorso vale anche per l’atto notarile di compravendita, il quale è ritenuto una motivazione valida come spostamento per ragioni di necessità.

Zona rossa: sono consentite le visite immobiliari

Attualmente, la legge consente di uscire anche dal comune di residenza per visitare l’immobile a cui si è interessati.

Resta inteso che tutte le parti coinvolte, inclusi i professionisti dello studio notarile e/o dell’agenzia immobiliare hanno l’obbligo di utilizzare gli strumenti di protezione individuale.

Tale obbligo è applicabile nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private.

Spostamenti consentiti in zona rossa

Fino alla data del 6 aprile 2021, in caso di zona rossa, la legge prevede esclusivamente questi spostamenti:

  • rientro alla propria residenza o abitazione (incluse le seconde case)
  • comprovati motivi di necessità, salute o lavoro