Come vendere casa agli stranieri

Vendere casa a stranieri

Ogni anno migliaia di turisti provenienti da ogni parte del mondo approdano in Italia per una vacanza e rimangono estasiati dalla bellezza del nostro Paese. Arte, natura, storia e modernità si fondono perfettamente in alcuni dei borghi o dei centri abitati più coinvolgenti e famosi dello Stivale come Roma, Firenze, Napoli, Milano o Bologna.

Non stupisce quindi che il mattone italiano abbia un appeal così forte per tutti gli stranieri che vogliono comprare un immobile nelle città o nei piccoli paesini di cui si sono innamorati durante il loro viaggio. Ecco allora che sorge spontanea una domanda: come vendere casa agli stranieri? Ci sono delle regole particolari da seguire o il mercato funziona esattamente come per gli italiani?

Comprare casa in Italia per uno straniero: l’importanza dell’annuncio

Vendere casa agli stranieri, magari turisti che hanno deciso di avere per sempre un piccolo spazio tutto per loro nella terra di cui si sono innamorati, non è così diverso dal cercare di far comprare un immobile ad un italiano. Ma gli acquirenti esteri hanno sicuramente qualche esigenza in più, soprattutto per quanto riguarda la presentazione dell’Annuncio Immobiliare.

Il prezzo, la posizione, i dettagli sul livello di efficienza energetica, tutte le informazioni e i costi da sostenere per concludere l’acquisto devono essere ben esplicati nella descrizione della casa o dell’appartamento in vendita.

Sapere le lingue per conquistare la fiducia dell’acquirente straniero

Gli acquirenti internazionali esigono trasparenza e chiarezza, proprio perché spesso gran parte della transazione avviene a distanza. Ma non solo. Altro elemento importante per riuscire a diventare dei veri esperti di vendita case per stranieri è la conoscenza delle lingue.

Saper parlare inglese fluentemente, ad esempio, è sicuramente un punto a favore del venditore. In questo modo potrà avere un dialogo alla pari con il possibile acquirente e cercare di rispondere a tutte le domande, i dubbi e le perplessità che possono eventualmente sorgere durante la trattativa.

Valorizzare i dettagli della casa

Gli acquirenti internazionali che vogliono comprare la seconda casa in Italia hanno bisogno di avere totale fiducia nell’intermediario cui si rivolgono. Ma questo non deve far dimenticare a chi vuole vendere quali sono le corde da stuzzicare in questo procedimento.

Negli annunci, ad esempio, bisogna ricordarsi di valorizzare tutti quei dettagli dell’appartamento o dell’immobile che sappiamo essere molto apprezzati dai visitatori esteri. Targhe in pietra, finiture in legno, porte decorate.
Ciò che per noi è normale trovare magari in una baita di montagna o in un cottage di campagna, per uno straniero è un inestimabile valore che potrebbe aiutarlo a decidere proprio di comprare quella casa piuttosto che un’altra.

Le foto nell’annuncio immobiliare per gli acquirenti stranieri

Non bisogna poi dimenticare l’importanza delle immagini da inserire nell’annuncio online. Questo perché, come abbiamo detto, è probabile che gran parte del processo decisionale inerente l’acquisto della casa da parte di uno straniero in Italia avvenga a distanza. Oltre a chiarezza e trasparenza nella descrizione dell’annuncio, le fotografie giocano un ruolo cruciale. Se poi sono accompagnate da rendering 3D, ancora meglio.

Bisogna cercare di mettersi nei panni del possibile acquirente che, dal suo salotto in Germania, ad esempio, grazie a delle foto e ad una descrizione deve capire se quell’immobile fa veramente al caso suo oppure no. Oltre agli interni potrebbe quindi essere utile fotografare anche:

  • l’esterno della casa
  • la via dove è ubicata l’abitazione
  • il quartiere
  • i servizi come tabaccherie, farmacie o supermercati nelle vicinanze

Lo scopo è quello di portare il futuro proprietario a fare una visita guidata reale della proprietà, anche se è a centinaia di chilometri di distanza.

Vendere casa agli stranieri: i pacchetti “full optional”

Pare che un elemento molto apprezzato che incentiva gli stranieri a comprare casa in Italia sia anche la possibilità di avere un pacchetto “full optional”. Poiché l’acquirente starà via per lungo tempo, potrebbe aver bisogno di un property management che controlli l’abitazione in sua assenza. Magari è alla ricerca di una ditta che faccia manutenzione e ristrutturazione.

Tutte queste indicazioni e suggerimenti in più che l’Agenzia Immobiliare o il venditore mettono a disposizione del futuro proprietario sono dei valori aggiunti.

Come vendere casa agli stranieri: perché scegliere un’Agenzia Immobiliare?

Per vendere casa agli stranieri, il proprietario dell’immobile ha diverse opzioni. Può affidarsi al mero passaparola, può scegliere di gestire la trattativa in autonomia o di farsi seguire da un’Agenzia Immobiliare.

Spesso, proprio perché la trattativa è a distanza e serve dare risposte certe e immediate ad ogni dubbio del possibile acquirente, usufruire di un intermediario capace e formato come un Agente Immobiliare diventa la scelta vincente.

Bisogna infatti ricordare che, se per gli stranieri provenienti dall’Unione Europea non ci sono particolari difficoltà burocratiche nel processo di acquisto, nemmeno nel caso si voglia procedere con un mutuo, non è così semplice per chi viene magari dall’America.

Vendere casa ad un acquirente fuori dall’Unione Europea

In questo caso, per procedere all’acquisto, il cliente straniero deve essere in possesso di un codice fiscale e di altri documenti, forniti dal consolato di appartenenza. Se, inoltre, l’acquirente estero dichiara di non capire bene la lingua italiana, è necessario procurarsi un interprete durante il procedimento dell’atto notarile oppure redarre tutti i documenti anche nella lingua madre.

Occuparvi in prima persona di queste pratiche potrebbe essere complicato, mentre, affidandovi ad un’Agenzia Immobiliare, loro sbrigheranno tutte le formalità e voi potrete rilassarvi e pensare solo a rendere la vostra proprietà ancora più appetibile per il mercato straniero.