Pulire la cucina in legno: consigli e soluzioni

pulire-casa- legno

È molto comune avere una presenza importante di un materiale come il legno all’interno di una cucina. I mobiletti e i pensili in legno sono infatti un grande classico, e donano ad ogni cucina un aspetto accogliente. Allo stesso tempo la cucina è la stanza in cui si sporca con più facilità. Per questo motivo è molto importante tenere pulita la propria cucina, in modo tale da mantenere il legno in buono stato nel corso del tempo.

Mantenere la cucina pulita in modo tale da preservarla, non è comunque un compito difficile. Per farlo basta alternare a una pulizia quotidiana più superficiale, una periodica pulizia profonda dei vari componenti. In commercio sono disponibili numerosi prodotti pensati appositamente per pulire il legno senza danneggiarne la superficie. Tuttavia è possibile utilizzare dei prodotti ecologici e delle soluzioni fai da te ottenendo ottimi risultati. Vediamo insieme come fare e cosa utilizzare per pulire e preservare la nostra cucina in legno.

Pulizia quotidiana di una cucina in legno

Una pulizia quotidiana della cucina è molto importante per preservarla a lungo in buono stato. È un’operazione molto semplice e che ci porterà via soltanto pochi minuti. Per questo farla diventare un’abitudine sarà molto importante e dopo poco tempo, ci sembrerà un passaggio naturale della nostra giornata. Ricorda che anche se la cucina sembra pulita dopo aver cucinato, le superfici dovranno comunque essere pulite per eliminare i residui di sporco non visibili.

Per pulire la pulizia quotidiana dei nostri pensili in legno, ci basterà passarla con uno straccio in microfibra bagnato, e asciugare subito dopo. Se dovessero essere visibili delle macchie o delle incrostazioni, potremo usare un rimedio semplice, a seconda della tipologia di legno con cui avremo a che fare.

Se la superficie del nostro legno è laccata, basterà utilizzare dell’alcool etilico o dell’aceto. Dopo averlo passato sulla macchia ed averla eliminata, basterà risciacquare ed asciugare. Se invece i nostri mobiletti sono di legno a poro aperto, con le venature naturali a vista si potrà seguire lo stesso procedimento utilizzando il bicarbonato di sodio al posto dell’alcool.

È il momento di una pulizia approfondita

Saltuariamente sarà bene effettuare una pulizia più approfondita dei mobili in legno della nostra cucina. Quando attueremo questo tipo di operazione, sarà bene lavare non soltanto l’esterno, ma anche l’interno delle varie componenti della cucina. Anche in questo caso si potrebbe ricorrere ad un detergente specifico, o a una soluzione fatta in casa di acqua e sapone di Marsiglia. Tuttavia i rimedi naturali non sono assolutamente da sottovalutare, perché potrebbero addirittura avere una riuscita migliore. Inoltre non rischieremo di rovinare la superficie in legno della nostra cucina.

Una soluzione di acqua, limone e aceto sarà perfetta per effettuare una pulizia profonda della nostra cucina. Passando un panno in microfibra imbevuto della nostra pozione home-made puliremo così le superfici in legno internamente ed esternamente. Dopodiché basterà asciugare e la nostra cucina sarà pulita, sgrassata e disinfettata.

Dona alla tua cucina in legno la lucentezza di un tempo

Per ravvivare i colori del legno e preservarlo ulteriormente, si potrà scegliere di lucidarli. Questa sarà un’operazione saltuaria ma utile ed efficace. E anche in questo caso potremo scegliere di utilizzare dei rimedi naturali, in sostituzione dei vari prodotti lucidanti.

Dopo aver creato la nostra miscela di limone e olio di oliva, basterà cospargerla sulla superficie dei mobili e lasciarla riposare per un paio d’ore. A questo punto si dovrà strofinare utilizzando un panno di lana. Ecco che il legno della nostra cucina sarà lucido come un tempo e più resistente agli agenti esterni.