Come pulire il filtro della lavatrice: i passaggi da seguire

come pulire il filtro della lavatrice

Per avere sempre un bucato pulito non basta comprare un detersivo di qualità ma bisognerebbe monitorare le condizioni della propria lavatrice, assicurandosi che funzioni sempre al meglio. Ergo, se il bucato è troppo bagnato al termine del lavaggio, se la centrifuga si blocca senza motivo o, peggio, se il bucato appena tirato fuori ha un odore sgradevole, è evidente che qualcosa non va come deve.

Ebbene, quando si verificano questi spiacevoli episodi il più delle volte la risposta è nel filtro della lavatrice, che evidentemente risulta intasato. Questo significa che il filtro impedisce all’acqua di scaricarsi correttamente, bloccando la centrifuga. Il problema però non è grave e spesso basta solo un po’ di impegno per pulire un filtro della lavatrice sporco. Fatta questa premessa, andiamo per gradi: prima vediamo cos’è e dove è posizionato all’interno dell’elettrodomestico.

Pulire filtro lavatrice: cos’è e dove si trova

Ogni lavatrice presenta un filtro attraverso il quale passa l’acqua di scarico del lavaggio prima di venire eliminata tramite il tubo di condotta. In genere, a seconda di marca e modello, esistono due diverse tipologie di filtri: autopulente o tradizionale. Nel primo l’acqua di scarico passa portandosi dietro tutti i residui del lavaggio; il secondo invece, ancora più diffuso, va pulito periodicamente per far sì che la lavatrice continui a garantire il massimo delle prestazioni.

Dove si trova quindi questo filtro? La risposta non può essere univoca. Anche in questo caso, sempre in base a marca e modello, la sua posizione cambia. Per le lavatrici un po’ più datate in genere è situato sul lato destro, in basso (ci si accorge della sua presenza per via di uno sportellino). Nelle lavatrici a carica dall’alto invece, questo sportellino a volte si trova dietro, nella parte posteriore dell’elettrodomestico.

In ogni caso basta dare un leggero colpetto per farlo aprire e ritrovarsi davanti al filtro. Situazione diversa per le lavatrici di ultima generazione: in questi casi spesso bisogna farsi aiutare da un tecnico. Avendo però queste quasi sempre un filtro autopulente, il problema sussiste poche volte. Ciò detto, veniamo alla parte pratica: pulire il filtro della lavatrice.

Pulizia filtro lavatrice: come operare

Una postilla sui tempi prima di cominciare: il filtro sporco della lavatrice andrebbe pulito, di regola, almeno una volta ogni tre mesi. Tutto poi dipende anche dall’utilizzo che si fa dell’elettrodomestico. A prescindere da questo, è normale che con il passare del tempo si possano formare dei residui che ostruiscono il filtro: fili, bottoni, capelli e quant’altro. Ma non c’è da perdersi d’animo: vediamo le varie tappe da eseguire per pulire i filtri delle lavatrici.

Per prima cosa, bisogna procurarsi un contenitore che avrà il compito di raccogliere l’acqua in eccesso una volta che si sarà allentato il filtro. Ovviamente, prima di eseguire qualsiasi operazione, è necessario staccare la spina della lavatrice della presa di corrente elettrica.

Contestualmente bisogna chiudere l’acqua. Una volta individuato l’alloggiamento del filtro, bisogna aprire e girare quindi in senso antiorario la manopola del filtro stesso. A questo punto il contenitore dovrebbe riempirsi con l’acqua liberata in eccesso. Il filtro va svitato completamente ed estratto dalla propria posizione.

Completata la fase preliminare, si passa alla pulizia del filtro vera e propria. Per cominciare si devono rimuovere, se presenti, le tracce di sporco o altri corpi estranei. Il filtro va quindi sciacquato sotto un getto forte di acqua corrente. Una volta pulito, non resta che reinserirlo nell’alloggiamento e ruotare in senso orario fino a quando non sarà totalmente fermo.

Pulire filtri lavatrice: e se non è inserito correttamente?

Può capitare di non reinserire il filtro in maniera corretta. La questione si risolve velocemente con una semplice prova. Basta inserire un mezzo litro di acqua nel cestello della lavatrice ed aspettare il suo assorbimento. Se l’acqua inserita viene assorbita e non fuoriesce, la procedura è stata fatta in maniera corretta.

In caso contrario, se ci sono perdite, qualcosa è andato storto. Non resta che riprovare a smontare e rimontare nuovamente il filtro. E se anche al secondo tentativo il problema non si risolve? In quel caso il consiglio è quello di chiamare in causa un tecnico specializzato.

Filtro lavatrice intasato: esistono anche prodotti specifici

Quello visto è il procedimento più semplice e meno invasivo per ripulire il filtro della lavatrice, ma di certo non è l’unico. In commercio infatti esistono molti prodotti specifici che possono aiutare a risolvere la questione. Prodotti adatti soprattutto per i più pigri: con questi infatti non bisogna smontare o rimontare nulla, ma si opera direttamente con dei lavaggi a vuoto.

Lavaggi a cui va aggiunto il prodotto acquistato, in genere con delle proprietà chimiche in grado di sciogliere il calcare ed eliminare tutti i residui di sporco accumulati, nel filtro come nelle altre parti della lavatrice. Il tutto ovviamente sempre senza esagerare: un abuso di questi articoli può, a lungo andare, avere un effetto contrario.

Domande Frequenti – Come Pulire il Filtro della Lavatrice

Dove si trova il filtro della lavatrice?

La risposta non può essere univoca. In base a marca e modello, la sua posizione cambia. Per le lavatrici un po’ più datate in genere è situato sul lato destro, in basso (ci si accorge della sua presenza per via di uno sportellino). Nelle lavatrici a carica dall’alto invece, questo sportellino a volte si trova dietro, nella parte posteriore dell’elettrodomestico.

In ogni caso basta dare un leggero colpetto per farlo aprire e ritrovarsi davanti al filtro. Situazione diversa per le lavatrici di ultima generazione: in questi casi spesso bisogna farsi aiutare da un tecnico. Avendo però queste quasi sempre un filtro autopulente, il problema sussiste poche volte.

Ogni quanto pulire il filtro della lavatrice?

Il filtro sporco della lavatrice andrebbe pulito, di regola, almeno una volta ogni tre mesi. Tutto poi dipende anche dall’utilizzo che si fa dell’elettrodomestico. A prescindere da questo, è normale che con il passare del tempo si possano formare dei residui che ostruiscono il filtro

Come pulire il filtro della lavatrice?

Per prima cosa, bisogna procurarsi un contenitore che avrà il compito di raccogliere l’acqua in eccesso una volta che si sarà allentato il filtro. Ovviamente, prima di eseguire qualsiasi operazione, è necessario staccare la spina della lavatrice della presa di corrente elettrica.

Contestualmente bisogna chiudere l’acqua. Una volta individuato l’alloggiamento del filtro, bisogna aprire e girare quindi in senso antiorario la manopola del filtro stesso. A questo punto il contenitore dovrebbe riempirsi con l’acqua liberata in eccesso. Il filtro va svitato completamente ed estratto dalla propria posizione.

Completata la fase preliminare, si passa alla pulizia del filtro vera e propria. Per cominciare si devono rimuovere, se presenti, le tracce di sporco o altri corpi estranei. Il filtro va quindi sciacquato sotto un getto forte di acqua corrente. Una volta pulito, non resta che reinserirlo nell’alloggiamento e ruotare in senso orario fino a quando non sarà totalmente fermo.