Come pulire i paralumi di stoffa in modo facile e veloce 

pulire paralume stoffa

Le lampade con i paralumi in tessuto sono molto belle esteticamente possono modificare l’atmosfera della casa creando dei giochi di luce molto interessanti.

Pulire un paralume di stoffa è necessario quando ci accorgiamo che si sta annidando troppa polvere o si stanno formando delle macchie gialle. Ecco come pulire i paralumi in stoffa in modo facile e veloce.

Come pulire un paralume in stoffa senza rovinarlo

La pulizia dei paralumi in stoffa va eseguita con molta attenzione, dato che alcuni tessuti sono molto delicati e possono essere difficili da trattare. Ad esempio, i paralumi di seta non possono essere puliti a casa, ma sarebbe meglio portarli in tintoria.

Se invece dovete pulire un paralume in stoffa di lino o di cotone, l’operazione sarà molto più semplice. Per prima cosa, bisogna eliminare tutta la polvere. Lo sporco si accumula di giorno in giorno, e la pulizia dei lampadari di solito viene fatta una tantum, per questo motivo è molto importante eliminare la polvere accumulata.

Una buona regola sarebbe quella di pulire il paralume ogni due settimane almeno, per evitare che la polvere si trasformi in macchia e possa lasciare degli aloni grigi sul tessuto. Prime di procedere con la pulizia, scollegare la lampada dalla presa elettrica per evitare indicenti o imprevisti.

Per eliminare la polvere non è necessario smontare il paralume, potete prendere una spazzola adesiva e passarla sul tessuto. In alternativa potete utilizzare l’aspirapolvere con l’apposita bocchetta o un phon con un getto di aria fredda.

Come pulire un paralume in stoffa senza rovinarlo?

Se il tessuto è molto resistente, puoi pulirlo con acqua calda e sapone neutro. Dopo averlo smontato, potrai usare un panno morbido imbevuto di questa soluzione, tamponare con acqua fredda e lasciare asciugare lontano da fonti di calore.

Se il tuo paralume è di chiffon, potrai pulirlo con un panno imbevuto di acqua e del sapone di Marsiglia.

Alcuni paralumi con il tempo si possono ingiallire, e possono passare da un colore bianco candido a un giallino sporco. In questo caso, possiamo procedere con la pulizia utilizzando dei metodi naturali, magari con dei prodotti che già abbiamo in casa. Puoi preparare un impasto con tre cucchiai di bicarbonato e mezzo bicchiere d’acqua, e poi stenderlo sulle parti macchiate. Basterà lasciarlo agire una notte, togliere i residui con una spazzola e tamponare con acqua fredda.

In alternativa, puoi pulire il paralume in stoffa utilizzando una soluzione di acqua, succo di limone e sale. Ripeti l’operazione di pulizia almeno un paio di volte e lasciare agire il prodotto per una notte intera. Il giorno dopo dovrai solo strofinare la tela con un panno imbevuto di acqua.

Puoi utilizzare anche l’aceto: lascialo agire sulle macchie almeno un paio d’ore e poi risciacqua la parte con acqua. Puoi anche eseguire un lavaggio a secco e pulire il paralume senza rovinarlo.

Utilizza una schiuma attiva a secco: distribuiscila uniformemente, lasciala agire per 10 minuti e poi eliminala con un panno pulito.

Come pulire un paralume in stoffa dalle macchie persistenti

In caso di macchie persistenti, o se la polvere si è depositata sul tessuto del paralume e non va più via, l’unica soluzione è sostituire il paralume con uno nuovo.

Se invece dovete pulire paralumi in carta, carta di riso e pergamena è bene utilizzare solo la pulizia a secco perché questi materiali temono molto l’acqua. La carta potrebbe infatti deformarsi e la carta di riso potrebbe addirittura sciogliersi o formare dei buchi se viene lavata con l’acqua.

I paralumi in pergamena invece possono essere puliti con un panno di daino bagnato con un po’ d’acqua.