Come disporre i quadri in un corridoio: suggerimenti per valorizzarlo

come disporre i quadri in un corridoio

Il corridoio rischia di restare un luogo inanimato se non viene trattato come una vera e propria stanza. Anche se nessuno passa molto tempo al suo interno ma lo sfrutta per la sua funzione di passaggio, ciò non significa che debba essere abbandonato a se stesso ma che anzi, possa essere trasformato da un mero intermezzo tra una stanza e l’altra ad una parte curata e importante dalla nostra abitazione.

Per valorizzare un corridoio possiamo arredarlo con delle piante o un armadio a muro, o dei quadri da appendere al muro. L’importante è spogliarlo dall’anonimato e renderlo, se non funzionale, almeno appetibile alla vista nostra e degli ospiti. La prima cosa da fare per dare carattere ad un arredamento è personalizzarlo ed il modo migliore e più rapido è decorare le pareti con ciò che più ci rappresenta, siano esse illustrazioni o foto.

Vediamo allora come possiamo disporre i quadri in modo ottimale nel corridoio.

Alcune idee per rendere il corridoio più funzionale

Per un corridoio accogliente, oltre e prima di decorarne i muri come più desideriamo, occorrono alcune accortezze per non farlo sembrare trascurato.

Che sia lungo o corto, il nostro corridoio dovrà prima di tutto esser sempre mantenuto pulito e ordinato. Anche per una pure questione di sicurezza, soprattutto se non ben illuminato, per non rischiare di inciampare mentre corri in camera perché hai dimenticato qualcosa, il pavimento deve essere lasciato sgombro da ogni oggetto poggiato lì per caso o dimenticanza.

Se lo spazio a nostra disposizione è ridotto, possiamo comunque montare una mensola, oppure una sbarra con ganci dove poter appendere sia delle piantine che gli ombrelli o le borse che non sappiamo mai dove poggiare.

Essendo il corridoio un luogo neutro, se abbiamo modo di posizionare una piccola panca, potremmo lasciare dei piccoli cestini con i nomi di ogni membro della famiglia: in questo modo, se vengono ritrovati oggetti lontani dal loro luogo di appartenenza, verranno riposti nel cestino di chi dovrà rimetterli al loro posto.

Per ingrandire un corridoio stretto possiamo poi usare degli specchi e dei punti luce da posizionare sia lungo il soffitto che per richiamare l’attenzione sulle opere o sulle fotografie che esponiamo.

Come abbellire il corridoio coi quadri

Dal momento che le cornici vanno fissate o poggiate al muro, la prima cosa da controllare è proprio lo stato dello stesso. Potremmo approfittarne per dare una mano di pittura o addirittura, considerare un look completamente nuovo, grazie, ad esempio, a della carta da parati a strisce che ravvivano l’ambiente.

Come nel caso di una galleria di immagini in un museo, il fatto che il corridoio sia spesso spoglio da mobili o accessori, ci permette di apprezzare di più ciò che esponiamo, senza distrazioni.

Che si tratti di quadri di dipinti o foto di famiglia, questi sono gli accessori che daranno personalità allo spazio, quindi selezioniamoli con cura, non usiamo il corridoio come uno spazio di serie b dove disporre i quadri che ci piacciono di meno: in alcuni casi, sarà invece meglio liberarsene del tutto.

Per non far apparire le decorazioni del corridoio disordinate, possiamo scegliere di incorniciare i nostri quadri e ricordi con cornici dello stesso colore. Avere una varietà di forme diverse invece donerà del movimento alla scena.

Prima di procedere coi fori per appendere ciò che abbiamo scelto alla parete, possiamo sistemare la sequenza di cornici preferita a terra, per scoprirne l’effetto finale.  L’ordine di un insieme di quadri può essere anche ad esempio raggiunto raggruppandoli per tema o per colori principali.

Non dimentichiamo che, oltre ai quadri, anche degli oggetti particolari, come i souvenir, possono trovare posto nel corridoio. Magari può diventare la nostra galleria dei ricordi di viaggio, una cosa che sicuramente ci farà piacere guardare ogni volta che vi passiamo davanti.