Come disinfettare il condizionatore di casa

È il fedele alleato del clima della nostra abitazione, colui che contribuisce a rinfrescarla in estate e renderla sempre accogliente. Ma sapevate che anche il nostro fido aiutante ha bisogno di una precisa manutenzione? E soprattutto di una doverosa pulizia per continuare a funzionare bene e garantire che l’aria che respiriamo sia priva di batteri e polvere.

Il condizionatore andrebbe pulito almeno due volte all’anno: in primavera, quando stiamo per prepararci ad accenderlo e in autunno quando si sta per congedare a favore dell’impianto di riscaldamento. La buona notizia è questa: disinfettare il condizionatore è un’operazione abbastanza semplice e che si può fare in autonomia, scoprite come e seguite questi pochi passaggi.

Disinfettare il condizionatore: da dove iniziare

Un climatizzatore ben funzionante è quel qualcosa in più che contribuisce a rendere una casa davvero accogliente, senza contare che in alcune città sta diventando un elemento imprescindibile per chi è alla ricerca di una nuova abitazione e la sua presenza viene sempre più spesso dichiarata negli annunci immobiliari così da garantire a un eventuale affittuario o compratore una valutazione completa.  Dunque, se nel vostro futuro non potete escludere la possibilità di cambiare casa, prendersi cura del condizionatore è una piccola attenzione che non va dimenticata.

Quindi, come disinfettare il condizionatore di casa? Se state osservando il vostro apparecchio e non sapete da dove cominciare la prima mossa è una: staccare la corrente.

Successivamente controllate se avete conservato il libretto di istruzioni, dove troverete tutte le indicazioni del produttore su come smontare e pulire il vostro impianto, potete anche provare a cercarle online sul sito del produttore o ancora potete seguire alcune regole generali.

Il condizionatore va pulito dall’esterno all’interno e il primo step consiste semplicemente nel rimuovere la polvere più superficiale. Avete varie opzioni: potete affidarvi a specifici prodotti disinfettanti per condizionatori, sgrassatori generici e anche opzioni green come del buon vecchio aceto. Una volta pulita questa zona potete procedere e aprire il coperchio per capire come disinfettare i filtri del condizionatore.

Come pulire e disinfettare i filtri dei condizionatori

Siamo arrivati al cuore del nostro apparecchio, è tempo di concentrarsi su come disinfettare i filtri dei condizionatori, cioè la parte che raccoglie di più sporco e batteri.
Una volta sollevato il coperchio vi troverete davanti i filtri, toglieteli delicatamente dall’apparecchio, puliteli usando un panno per rimuovere l’eccesso di polvere o lavateli direttamente con acqua fresca corrente. Sciacquate accuratamente i filtri e lasciateli asciugare all’aria, ma tenendoli al riparo dalla luce.

Osservando i filtri fate attenzione: se nella parte centrale notate delle strisce porose potrebbe trattarsi di appositi filtri per acari o di particolari filtri ai carboni attivi, in questo caso non andranno lavati ma sarà sufficiente rimuovere quelli esausti e sostituirli.
Mentre i filtri asciugano potete occuparvi della parte dietro i filtri, la batteria.

Per pulire questa zona è bene affidarsi ad appositi prodotti disinfettanti per condizionatori, reperibili in qualunque ferramenta. Potete scegliere di iniziare con una schiuma disinfettante per condizionatori e poi completare l’opera con un disinfettante spray per condizionatori.
Iniziate con la schiuma e distribuite il prodotto in modo uniforme, lasciate agire finché la schiuma non si è ritirata e procedete a fare la stessa applicazione con lo spray.

Fate molta attenzione a usare il prodotto solo sulla batteria (la parte scura del condizionatore) e a non farlo arrivare mai fin sulla scheda magnetica, che se bagnata potrebbe danneggiarsi.
Fatto ciò potete ricollocare i filtri, chiudere l’apparecchio e passate alle bocchette di emissione: vanno pulite con cura anche queste.

Disinfettare il condizionatore: come sanificare la parte esterna

Ottimo lavoro, ora dedicate qualche minuto all’unità esterna del condizionatore. È infatti possibile che l’apparecchio si sia intasato a causa di pollini, smog o polvere. Sempre con la corrente staccata, rimuovete lo sporco superficiale aiutandovi con un panno umido.
Non dimenticatevi di controllare le tubazioni esterne, qualora fossero rovinate è doveroso farle sostituire da un professionista.
Infine, ricordate: coprire il vostro apparecchio con un telo apposito durante i mesi invernali è una buona prassi che lo proteggerà non solo dallo sporco ma anche dalle intemperie climatiche.

In conclusione, ricordatevi del vostro condizionatore alle prossime pulizie di primavera, se in futuro deciderete di spostarvi e vendere la vostra casa averlo ben conservato potrebbe aumentare il valore della valutazione e rendere la casa più interessante per un potenziale compratore.

Oltre che molto più accogliente per voi per tutto il tempo della vostra permanenza!

Domande Frequenti – Disinfettare il Condizionatore

Come disinfettare il condizionatore di casa?

Il condizionatore va pulito dall’esterno all’interno e il primo step consiste semplicemente nel rimuovere la polvere più superficiale.

Come disinfettare i filtri dei condizionatori?

Toglieteli delicatamente dall’apparecchio, puliteli usando un panno per rimuovere l’eccesso di polvere o lavateli direttamente con acqua fresca corrente. Sciacquate accuratamente i filtri e lasciateli asciugare all’aria, ma tenendoli al riparo dalla luce.