Come costruire un camino finto: tutti i passaggi necessari

camino finto

Le feste si avvicinano e volete aggiungere alle decorazioni di Natale e al classico albero anche il tocco più creativo di un bel caminetto costruito da voi? Il focolare è un punto di interesse, non solo perché accentra l’ambiente circostante da un punto di vista spaziale ed estetico, ma anche perché crea movimento, calore e vivacità grazie alla luce sprigionata dalla fiamma, anche se artificiale.

Anche se fuori non nevica, è comunque possibile rendere più calorosa ed accogliente una casa tramite alcuni semplici accorgimenti: un ambiente riscaldato, delle luci soffuse, alcune candele profumate, oppure un camino che racchiude tutte queste caratteristiche. Non disponendo di uno, possiamo amplificare la sensazione di relax di casa e riscaldare l’atmosfera creando in pochi passi il nostro camino fai da te. Vediamo come realizzare un camino finto usando diverse soluzioni e materiali.

Accessori camino: la cassettiera

Un primo esempio considera l’utilizzo di una cassettiera, meglio se in legno. Per prima cosa, procederemo a svuotarla del suo contenuto, dai cassetti e dalle viti. Bisogna quindi smontare le facciate dei cassetti e montare una di queste dove si trovava il cassetto più in alto. A questo punto se vogliamo possiamo attaccare verticalmente ai lati due delle altre facciate recuperate dai cassetti per restringere la finestra interna del risultante camino. Possiamo infine completare il tutto dipingendo la ex cassettiera ed aggiungendo una tavola di compensato al fondo per rialzarlo da terra.

Camino fai da te: sostegni per piante e ripiani di legno

In questo caso il camino di Natale non sarà profondo e lascerà visibile il muro retrostante. Per questa opzione occorrono due colonne di quelle che solitamente fanno da basi per le piante e del legno, siano essi vecchi scaffali, tavoli o ripiani di compensato. Alla base e in cima ai sostegni andranno fissati i ripiani, tagliati della stessa lunghezza. Per rendere omogeneo il risultato finale è consigliata una passata di pittura dello stesso colore su tutti gli elementi oppure solo sulle superfici in legno.

Camino di cartone: due varianti

La soluzione più economica ma forse più creativa prevede l’uso del cartone, anche recuperato da scatole. Prima di tutto sarà necessario tagliare due rettangoli della stessa dimensione che procederemo a ripiegare in quattro parti da attaccare per creare due colonne quadrate. La parte più divertente sarà la successiva, ovvero quella di disegnare dei mattoni sui pilastri. In alternativa possiamo usare degli stencil per decorarli. Ci serviranno altri due rettangoli di materiale da usare alla base e come mensola posizionata sopra le colonne. Basterà della colla per attaccare tutti i pezzi. A questi si potrà infine aggiungerne uno come sfondo nero del camino, sulla quale possiamo scegliere di disegnare un fuoco da decorare con alcuni pezzi di legno.

Una diversa alternativa per creare un camino è rappresentata dal riciclo di scatole intere di cartone. A seconda della misura finale che vogliamo raggiungere avremo bisogno di un numero di confezioni della stessa misura da attaccare con dello scotch da imballaggio per creare l’arco, più una scatola più grande che fungerà da appoggio alla struttura.

Le scatole andranno quindi ricoperte da della carta da parati a fantasia mattoni o effetto pietra.  Questa andrà fissata con della colla vinilica.

Come decorare il camino

Se si vuole utilizzare il camino solo durante le feste natalizie, possiamo abbellirlo appendendovi delle calze della Befana, oppure utilizzare lo spazio della mensola per appoggiare il tradizionale presepe. Alla base invece possiamo esporre una stella di Natale o una statuetta o un peluche rappresentante Babbo Natale.

L’illuminazione può essere ricreata attraverso dei lumini o delle corde a led da stendere lungo tutto il perimetro del caminetto, oppure utilizzando delle candele, sia di cera che artificiali, da posizionare al posto del fuoco e sulla mensola.