Case mobili in campeggio e non solo

Indice articolo
Case mobili: caratteristiche, dimensioni e costo
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Una casa mobile può diventare una vera e propria struttura abitativa, ma sai quali sono le normative che lo permettono?

 

Pensando alle case mobili o casette su ruote la prima cosa che viene in mente sono le strutture presenti all’interno di campeggi e villaggi turistici. Queste costruzioni rappresentano delle vere e proprie unità abitative arredate e complete di impianti elettrici, idraulici, di riscaldamento e condizionamento oltre che di tutti i serramenti e gli impianti sanitari necessari.

 

Caratteristiche delle case mobili

Le casette mobili sono così chiamate proprio perché la loro base non è fissa, ma poggia su ruote. Si tratta di un’intelaiatura di metallo che può avere differenti forme e misure, posta su un assale gommato munito di timone per traino.

Su questa struttura viene installata l’abitazione.  Generalmente le case mobili hanno una base in legno che garantisce resistenza, solidità e isolamento termico e acustico. Sul basamento vengono fissate le pareti, rifinite con pannelli che permettono anch’essi la stabilità della temperatura interna e la riduzione del rumore esterno. Completa le case mobili il tetto adeguatamente strutturato per garantire impermeabilità e un’ottima efficienza energetica che rende queste casette su ruote perfettamente adattabili al clima esterno.

 

Le case mobili hanno tutti i servizi necessari: bagno con doccia, una zona giorno con cucina e un reparto notte, costruiti e suddivisi secondo spazi differenti. La disposizione interna è progettata in modo tale che tutti gli spazi siano organizzati nel migliore dei modi e possano garantire ambienti partici e funzionali oltre che piacevoli da vedere e curati in ogni dettaglio. In questo modo non avrai assolutamente l’impressione di trovarti in uno spazio ristretto, ma ti sembrerà di essere in una vera e propria casa.

 

Dimensioni e costi delle casette mobili

Le dimensioni delle case mobili variano molto e di conseguenza cambia anche il prezzo di acquisto delle stesse. Da strutture piccole e contenute, di circa 18 metri quadrati, con un massimo di due posti letto si può arrivare casette con le ruote di 45 mq fino a metrature attorno ai 60 mq che hanno anche tre camere da letto.

Alcune case mobili, inoltre, hanno la possibilità di aumentare la propria metratura una volta istallate in un luogo: grazie a un sistema di apertura telescopica le strutture possono aumentare la propria area con un impianto di allargamento del vano abitabile.

In linea generale, il costo per metro quadrato di una casa mobile è di circa 100€, per cui il prezzo totale varia tra i 5.000€ e i 40.000€ a seconda dei materiali utilizzati, della tipologia di struttura e dell’equipaggiamento presente all’interno.

Rispetto alle abitazioni immobili, le casette su ruote hanno tempi di costruzione e di consegna non superiori ai tre mesi e consentono un notevole risparmio economico sia per la costruzione sia per la manutenzione: infatti, il risparmio energetico sulla bolletta arriva ad avere un valore pari al 45%.

 

Le normative per le case mobili

Viene considerata una casa mobile, una struttura che rispetta i seguenti requisiti:

  • è posizionata su ruote ed è omologata al trasporto su strada;
  • soddisfa esigenze transitorie;
  • può essere spostata prontamente, quindi non è ancorata o allacciata a reti impiantistiche.

Nel momento in cui una di queste condizioni viene a mancare, la casetta su ruote si trasforma in una casa stabile. Questo determina una trasformazione permanente e la casa necessiterà di tutti i titoli edilizi abitativi previsti per gli immobili: Permesso di Costruire, Scia, certificazioni per gli allacci, autorizzazioni delle Amministrazioni Locali.

Inoltre, se l’area su cui ti vuoi fermare è sottoposta a qualche vincolo paesaggistico o urbanistico, ti servirà anche il nulla osta dell’Amministrazione che regola il vincolo.

Il Testo Unico per l’Edilizia (Legge 380 del 2001) identifica come “interventi di nuova costruzione” sottoposti alla richiesta di titoli edilizi, “l’installazione di manufatti leggeri, anche prefabbricati, e di strutture di qualsiasi genere, quali roulottes, campers, case mobili, imbarcazioni, che siano utilizzati come abitazioni, ambienti di lavoro, oppure come depositi, magazzini e simili, ad eccezione di quelli che siano diretti a soddisfare esigenze meramente temporanee o siano ricompresi in strutture ricettive all’aperto per la sosta e il soggiorno dei turisti, previamente autorizzate sotto il profilo urbanistico, edilizio e, ove previsto, paesaggistico, in conformità alle normative regionali di settore”.

Il Consiglio di Stato ha evidenziato, con la sentenza n.1291/2016, che anche in caso di strutture turistiche, un manufatto potenzialmente mobile, ma fissato in modo permanente, con allacci e ancoraggi stabili, perde la condizione di precarietà e temporaneità e necessita di Permesso di Costruire.

… ma se questa alternativa residenziale e di vita ancora non ti convince, non ti resta altro che cercare tra gli appartamenti in vendita la migliore soluzione per te!