Casa stile scandinavo: caratteristiche e proposte d’arredamento

Accoglienza, familiarità e soprattutto sostenibilità. Sono queste le parole chiave che guidano lo stile scandinavo in termini di arredamento. Si tratta in assoluto di uno degli stili più moderni, legati all’idea di felicità e benessere. Per spiegarlo meglio si può fare riferimento a due parole che racchiudono dei principi nordici: Hygge e Lagom. La prima deriva dal danese ed indica il sentirsi protetti, lo stare bene con sé stessi nei propri spazi. La seconda deriva dal norvegese ed esprime il concetto di sostenibilità, dell’essere felice senza eccessi. Ciò detto, vediamo quali sono le caratteristiche tipiche dell’arredamento scandinavo e di conseguenza alcune proposte d’arredo per le diverse stanze della casa.

Arredamento stile nordico: design, materiali e colori

L’arredamento nordico ha contribuito a rivoluzionare il mondo del design moderno. Fu in particolare a seguito della Seconda Guerra Mondiale che tra quelle parti (Finlandia, Svezia, Norvegia e Danimarca) si sentì l’esigenza di rivedere forme e materiali con cui arredare una casa. Uno dei tratti base dell’arredamento in stile scandinavo è sicuramente la tendenza a ricreare spesso degli ambienti tanto luminosi quanto accoglienti. In quei Paesi infatti gli inverni sono molto rigidi e bui, quindi c’è una particolare cura nei confronti della luce naturale e il calore del sole. In questo senso, l’immagine della casa in stile nordico dovrebbe essere quella di un ambiente fatto da grandi verande e vetrate per sfruttare la luce proveniente dall’esterno.

Veniamo ai colori. Nello stile nordico domina ovviamente il bianco, seguito dal grigio, il beige, i toni pastelli e quelli naturali del legno sbiancato o dei legni chiari (come il pino e la betulla). Se proprio si vuole osare, anche un accostamento di contrasto bianco-nero è ben accetto. L’importante è non esagerare e mantenere sempre quel tono di minimalismo tipico di una casa in stile nordico. Oltre al legno, spesso protagonista, anche i tessuti naturali dovrebbero trovare il giusto spazio: dai tappeti pelosi ai cuscini oversize, passando per la lana, sotto tutti elementi tipici. Per quanto riguarda invece le forme: l’arredamento nordico moderno si differenzia per la presenza di geometrie nette, ma anche forme ovali o a cerchio non sono così usuali. Queste si possono ricreare in particolare con degli specchi da appendere in diversi punti dell’appartamento.

Stile nordico arredamento, dalla cucina alle camere: come arredare casa

È il momento di vedere concretamente qualche proposta d’arredamento casa scandinavo. Partendo dalla cucina, la prima cosa da tenere presente è l’approccio minimalista, unito ai colori tenui. La cucina in stile nordico presenta generalmente la penisola con sgabello, o in alternativa lunghi tavoli accompagnati da panche e sedie. Nell’ambiente circostante si trovano spesso mensole a vista o scaffali aperti, elementi d’arredo insoliti dalle nostre parti poiché mostrano suppellettili e stoviglie (che nella cultura scandinava danno invece un senso di familiarità).

Veniamo alla camera da letto in stile scandinavo. La zona notte è considerata vivibile anche durante il giorno per diverse attività. Per questo motivo non dovrebbe mancare una scrivania, seppur minimal. Il letto matrimoniale allo stesso modo deve presentare una struttura lineare. Gli armadi sono preferibili in legno (naturale o sbiancato), anche questi privi di ante e con abiti ed accessori lasciati a vista. Immancabile lo specchio, lungo ed ovale, da appoggiare direttamente sul pavimento. In alternativa, una scala a pioli da utilizzare come poggia-abiti. Le pareti preferibilmente bianche o in tonalità pastello, con l’illuminazione del posto affidata perlopiù alle grandi vetrate ai lati.

Infine il soggiorno in stile nordico, che dovrebbe essere sintomo di pulizia, ordine e sobrietà. Va bene un divano con ampie sedute, coperto da cuscini in velluto colorati. I mobili in stile scandinavo devono essere bassi, meglio se in legno: delle panche sarebbero perfette. Per l’illuminazione (oltre a quella naturale) si dovrebbero usare lampade in metallo da terra, magari con stelo sottile e paralume circolare. Ma nel soggiorno di una casa scandinava non può assolutamente mancare il camino, compagno fedele nei mesi più freddi dell’anno. Per completare lo spazio si può concludere con un tappeto peloso sul pavimento, o magari una sedia a dondolo in vimini.

Stile scandinavo moderno: un riepilogo di consigli da tenere a mente

Di seguito c’è una lista utile di consigli da tenere presente se l’obiettivo è quello di provare a ricreare questo stile d’arredamento nel proprio appartamento:

  • Utilizzare soprattutto il colore bianco, insieme a tutte le altre tonalità chiare;
  • Prediligere la presenza di materiali chiari, in particolare il legno;
  • Basare l’illuminazione delle stanze soprattutto sulla luce naturale, quindi affidarsi a finestre, vetrate e pavimenti chiari;
  • Ricreare spazi ordinati e minimal, ma al tempo stesso non troppo “vuoti”, seguendo il principio del Lagom;
  • Creare un’idea di sicurezza e familiarità secondo l’Hygge.

Per farla breve insomma, lo stile d’arredamento scandinavo è basato sull’idea di semplicità e frugalità, motivo per cui non è adattabile proprio a tutti gli ambienti.