La casa di Lady Gaga a Malibù: non la solita villa extralusso

casa lady gaga

Da quando Lady Gaga ha raggiunto la fama mondiale nel 2008 con “Pokerface” e l’album “The fame” ha fatto molta strada, arrivando anche a fare incetta di Grammy  per la colonna sonora per il film “A star is born“, in cui recita anche da protagonista. Oltre che per la musica, però, Stefani Joanne Angelina Germanotta si è fatta conoscere anche per l’eccentricità dei suoi costumi e delle sue esibizioni live, una forte personalità e per essere una fervente attivista per i diritti LGBT ed altre importanti cause.

La stravaganza dei suoi video non sembra aver però toccato la sua mansione californiana in cui vive dal 2014 e dove pare abbia anche incontrato Bradley Cooper, regista del suddetto film che le ha fatto guadagnare anche una nomination come miglior attrice agli Oscar.

Dove ha vissuto Lady Gaga

Nata nel 1986 a New York da genitori italo-americani, la cantante ha trascorso  i primi anni della sua vita iin un appartamento dei Pythian Condominiums, nell’Upper west side di Manhattan, un edificio del 1927, riconvertito con appartamenti privati negli anni ’80. In anni recenti l’appartamento è stato messo in vendita.

Lady Gaga si è poi trasferita per la prima volta sulla costa occidentale degli Stati Uniti non appena è diventata famosa, e più precisamente a Bel Air, quartiere esclusivo di Los Angeles. La villa includeva, al modico prezzo di 25.000 dollari al mese, sei camere da letto, otto bagni, un soggiorno a due livelli ed una grande scala curva, ma mostrava un arredamento piuttosto tradizionale.

Dopo aver acquistato la casa a Malibù, nel 2018 è tornata per un periodo nella Grande Mela, prendendo in affitto una casa nel West Village. L’abitazione prevedeva, tra l’altro, cinque spaziose stanze da letto, cinque lussuosi bagni, e misurava quasi 800 metri quadrati. La casa è stata poi messa in vendita a 23 milioni di dollari, o, in alternativa, in affitto a 75.000 dollari al mese.

Nello stesso anno, purtroppo, sono avvenuti gli incendi di Woolsey, che hanno colpito le zone di Malibu, Agoura and Calabasase e distrutto 1400 strutture. Alcune delle vittime illustri delle fiamme sono state le abitazioni di Miley Cyrus, Neil Young, e Gerard Butler. La casa di Gaga non è fortunatamente rimasta particolarmente colpita, anche se la cantante statunitense si è prodigata ad encomiare largamente il lavoro svolto dai pompieri della zona.

L’artista, comunque, frastornata dalla vita più movimentata di New York, ha dopo preferito tornare a quella che essa stessa ha definito il suo “santuario“, la sua dimora di Malibù.

Com’è fatta e dove si trova la villa di Malibù

Comprata nel 2014, la casa californiana di Lady Gaga gode di una vista mozzafiato sull’Oceano Pacifico, e affaccia sulla spiaggia di Zuma.

Con un’estensione totale di 10270 mq, la villa è stata ceduta per circa 24 milioni di dollari ed apparteneva a Dan Romanelli, uno dei fondatori della Warner Brothers. A dispetto di quel che si potrebbe immaginare dallo stile dell’artista, presenta un design di interni molto sobrio ed è stata arredata da Steve Giannetti, famoso architetto e interior designer californiano.

Gli interni della casa

Caratterizzato da uno stile rustico ma anche moderno, l’arredamento delle stanze della casa predilige le strutture a vista in legno, il marmo su mobili e pavimenti in pietra. I colori, luminosi e rilassanti, sono sulle tonalità del grigio chiaro e del beige.

Nei suoi 1000 mq, sono presenti varie aree living, tra cui una sala svago con giochi e libri, uno studio con grosse vetrate, un’ampia cucina e dodici bagni. All’interno della casa è presente anche una piccola, se confrontata con le altre stanze, palestra ben attrezzata.

Le camere da letto originariamente presenti erano cinque, ma sono state ridotte a tre per trasformare le altre in guardaroba. Tutte le stanze presentano dei letti a baldacchino e delle terrazze private. Discorso diverso vale per la Master Suite che è quasi una casa a se stante, con i suoi due camini, una zona lounge, due bagni, un guardaroba e, ovviamente, un terrazzo belvedere.

Il luogo più curioso della casa è senza dubbio quello a cui si accede tramite un ascensore: la caverna. Acquisendo il proprio nome dal fatto che si trova nel sottosuolo, la caverna comprende una sala cinema, una sala giochi con due piste da bowling ed una grande enoteca.

Gli esterni della casa

Anche le zone esterne non sono da meno. Nei loro 6 ettari di terreno infatti è compresa una piscina di acqua salata completa di Jacuzzi, un cottage per gli ospiti, una pista da bocce, una zona barbecue, un patio esterno con poltrone e camino ma anche un’altra eredità del proprietario precedente: come per la caverna, infatti, anche il maneggio dei cavalli e la zona galoppo furono fatte costruire da Romanelli.