Camera da letto stile giapponese: idee per la vostra stanza

Ultimamente l’arredamento sta diventando l’hobby preferito di molti, esperti o meno. Complici i social che non mancano di realizzare contenuti ricchi di spunti per arredare da soli la propria casa, tutti sembriamo essere molto più interessati a tappezzerie, luci, piante e pezzi d’arredo. Il luogo dove tutto inizia? Il più delle volte la camera da letto. Anche perché nel caso dei più giovani è qui che si può far valere la propria opinione e il proprio gusto personale. State cercando qualche idea per la vostra stanza ma siete indecisi? Avete mai pensato di trasformarla in un’elegante camera da letto in stile giapponese? Vi basta qualche pezzo forte per dare a tutto l’ambiente un sapore decisamente “Kawaii”!

Arredamento camera da letto stile giapponese: la base

La premessa se volete trasformare la vostra stanza in una vera camera da letto in stile giapponese è una: più che un semplice stile estetico dovete avvicinarvi a una filosofia di vita.

Lo stile di queste abitazioni è molto più essenziale e minimalista rispetto a quello occidentale e questo si trasmette sia nei componenti d’arredo che nella scelta dei colori e dei materiali.

La camera da letto stile giapponese è un ambiente lineare, caratterizzato da linee squadrate, una grande pulizia visiva e da un rifiuto dell’eccesso. Badate bene, questo non rende l’ambiente freddo o poco accoglienti, anzi basti pensare che il cuore della stanza è proprio il letto. E che quando si parla di letti giapponesi parliamo dei famosi futon: materassi che possono essere realizzati in paglia di riso e cotone oppure in fibra di cocco e lattice. La loro peculiarità è che quando vengono riposti, cioè ogni mattina, i futon vengono arrotolati! Di solito il futon arrotolato viene riposto su una speciale stuoia: il tatami, ma nessuno vi vieta di usarlo per realizzare delle comode sedute da usare durante il giorno.

Camera da letto stile giapponese: il tocco in più

Per il resto della camera orientatevi verso mobili in legno dalle linee molto essenziali: bene gli armadi dalla superficie liscissima, con ante a scorrimento e sempre di colori molto naturali. Ottime anche le cassapanche in legno e delle lampade, che se ben scelte contribuiranno subito a scaldare l’atmosfera della vostra camera da letto in stile giapponese, le migliori sono quelle che hanno linee squadrate e sono in legno o bambù.

E le porte? Se volete fare le cose in grande potreste convertire la vostra porta in una a scorrimento, ma potrebbe costare molto, l’alternativa è camuffare gli infissi con delle griglie di legno, da posizionare anche alle pareti per aumentare l’effetto linearità.

Come arredare una camera da letto in stile giapponese con opzioni low cost

Non state più nella pelle all’idea di avere la vostra camera da letto stile giapponese ma non volete spendere molto? Nessun problema, alcuni pezzi sono acquistabili anche in versione low cost e se proprio non potete sostituire il letto con un futon, ci sono tanti elementi semplici da aggiungere alla stanza per darle l’effetto che cercate.

Potreste concentrarvi sui colori: via libera ai toni come nero, marrone e rosso ma anche ai colori freddi come azzurro e grigio, meglio se nella loro variante tenue. Bene anche dei tocchi di oro, soprattutto se potete usarlo per delle decorazioni, ad esempio con degli stencil alle pareti.

Aggiungete poi qualche pianta come la lavanda, dei gigli, il bellissimo pothos e se le vostre finanze possono concedersi un solo “pezzo forte” giocatevi l’asso con un bel paravanto.

Scommettiamo che sentite già il profumo dei ciliegi in fioritura!

Ora avete gli elementi essenziali per trasformare la vostra stanza in una camera da letto in stile giapponese, ma se avete ambizioni molto più ampie e pensate di infondere lo stile orientale a tutta la casa, forse vi conviene trovare un’abitazione da ristrutturare, così potrete intervenire sugli infissi e sui materiali più liberamente!