Camera da letto classica, tra mobili, tessuti e accessori: come arredarla

Eleganza, solennità, quasi magia: tutte sensazioni che si vivono in una camera da letto arredata in stile classico. Un luogo dove tradizione e fascino si incontrano tra forme morbide, naturalezza e zero eccessi. Materiale predominante di questo stile è il legno, che con le sue venature ed imperfezioni è in grado di regalare un tocco unico all’ambiente.

Una camera da letto in stile classico è in grado di rievocare un’atmosfera principesca, risultando un luogo di riposo ideale. Il tutto senza rinunciare all’equilibrio, vero principio cardine. In questo approfondimento si proveranno a fornire, a tal proposito, una serie di linee guida per arredare una camera da letto classica in maniera impeccabile.

Arredo camera da letto classica: colori caldi e mobili in legno

Un buon punto di partenza per organizzare una camera da letto classica contemporanea è scegliere con cura la tavolozza di colori. Se non si è convinti al 100%, un’idea utile potrebbe essere quella di provare una tonalità su una piccola porzione di parete e capire se si tratta o meno di quella giusta.

In generale, un buon accostamento di colori è il bianco-marrone. Per fare un esempio: il bianco sporco (o panna) per le pareti, il marrone per mobili e tende. Altri colori interessanti potrebbero essere il grigio fumo (per chi cerca una nota più accesa) o il giallo ocra, che dà un senso di retrò. Per il pavimento invece pochi dubbi: meglio il parquet, il cui tono dipenderà dai mobili scelti. Una alternativa low cost è il gres porcellanato, più economico ma in grado di dare un effetto molto simile.

Veniamo ai mobili. Qui la scelta deve essere semplice e quanto più possibile monocromatica. Del materiale si è già accennato: il legno è il più consigliato, magari accompagnato da strutture in ferro battuto lavorato. Le configurazioni d’arredo dovrebbero essere poche ma bombate. Caratteristica di una camera da letto classica moderna è infatti il ricorso a pochi mobili ma molti capienti.

Si pensi ad un armadio a muro, perfetto soprattutto per le stanze particolarmente luminose. Una soluzione alternativa (o da accostare) all’armadio è il settimino, una particolare cassiera con sette cassetti tipica di questo stile d’arredo. Anche per i comodini c’è poco da sperimentare: i migliori sono quelli con maniglie antichizzate, meglio ancora se con top in marmo. Ma il vero tocco di classe per avere una camera da letto classica elegante è l’utilizzo dell’oro, che può essere sfruttato come punto luce per far apparire i mobili ancora più antichi e di valore.

Camera da letto completa classica: il letto matrimoniale e i tessuti

Merita un paragrafo a parte il letto matrimoniale classico moderno. Il più utilizzato per questo stile d’arredamento è il letto a baldacchino. Si tratta di un letto che in genere presenta una struttura in legno molto tradizionale. Lo stesso si può trovare in ferro battuto, più leggero e moderno ma comunque adatto. Una seconda opzione può essere invece il letto con testata alta. Questo è caratterizzato da un’imbottitura molto elegante, che può essere di seta o velluto, in grado di ricreare un effetto trapuntato di forma romboidale. Questa si può decorare in oro, ma se si preferisce uno stile più sobrio e meno vistoso la testata può essere anche in legno.

Capitolo tessuti: tra tende, cuscini e lenzuola, non vanno assolutamente sottovalutati. Vanno coordinati bene con l’apparato cromatico della stanza e devono aiutare a dare un tocco di luce in più, quasi a fare da contrasto con il legno dell’ambiente. Anche un mix di stoffe, se ben congeniato, può fare la sua figura. Le lenzuola vanno bene in lino o cotone, il copriletto in raso, seta o damascato. Ad accompagnare, un bel cuscino gonfio ma morbido. Per concludere il tutto, delle tende in panna, tortora o sabbia, per rendere l’ambiente raffinato.

Camera da letto matrimoniale classica: la scelta del lampadario

Per quanto riguarda l’illuminazione, anche il lampadario deve essere scelto con cura, sia per una questione pratica che estetica. In tal senso i modelli più adatti sono quelli in ferro battuto, magari con dettagli in vetro o ceramica. Un’altra opzione può essere il lampadario con cappello in tessuto, che andrebbe abbinato ai tessili scelti per il resto dell’arredo. O ancora, la lampada a sospensione se si cerca qualcosa di più minimale.

Camera letto classica: la cura per gli accessori

Lo spazio si può riempire, infine, con alcuni accessori in grado di rimarcare il senso di comfort e relax. Si consiglia almeno un elemento d’arredo a scelta tra: una sedia con piedi vittoriani e seduta imbottita, una poltrona da lettura o un pouf elegante di colore caldo, il tutto a seconda dei materiali e degli altri arredi della stanza. Per quanto riguarda i soprammobili basta dare sfogo alla creatività: ci si può divertire con candele, specchi o cornici dorate, da scegliere a seconda dei diversi gusti.