Caldaia a condensazione da interno: risparmio ed efficienza

caldaie a condensazione

La caldaia a condensazione è una soluzione più ecologica e conveniente rispetto alla caldaia tradizionale perché, grazie alle caratteristiche di cui è composta, permette un gran risparmio a livello energetico. Questo perché con la condensazione si vuole indicare che, durante la fase di combustione (di solito gas o pellet) viene utilizzato anche il calore residuo contenuto nei fumi, sfruttandone l’energia latente.

Che si stia pensando di sostituire una caldaia vecchia o che si stia considerando l’acquisto di un impianto di riscaldamento per una nuova casa, con una caldaia a condensazione, oltre ad ottenere un prodotto di alta tecnologia, si può investire in qualcosa i cui costi di acquisto e installazione sono abbastanza contenuti, e che apporterà comunque un beneficio economico nel lungo termine.

In generale quindi, oltre ai vantaggi legati all’ottima efficienza energetica del potere calorifico, ai conseguenti consumi ridotti e ai costi di gestione, non va dimenticato che la tecnologia a condensazione consente di produrre delle emissioni inquinanti limitate rispetto alla caldaia tradizionale. Ovviamente poi le caldaie a condensazione interne garantiscono una dispersione nettamente inferiore di quelle montate all’esterno.

Molte caldaie recenti poi permettono anche di essere impostate a distanza e di tenere d’occhio i consumi tramite collegamento wifi: un termostato con questa tecnologia può infatti essere gestito anche se fuori casa tramite un’app del cellulare. Altre caldaie possono inoltre essere abbinate a dei pannelli solari per aumentarne il potere calorifero sfruttando le energie rinnovabili.

Tipi di caldaia

Le caldaie a condensazione possono dividersi in caldaie dedicate solo al riscaldamento e caldaie combinate che provvedono a riscaldare sia l’acqua che l’ambiente.

L’alimentazione della caldaia a condensazione può avvenire tramite gas metano, GPL, gasolio, legna o pellet.

Un altro modo di suddividerle è per il loro posizionamento che può essere sospeso, nel caso delle caldaie murali o appoggiato a terra, per le caldaie a basamento. Le soluzioni moderne sono solitamente compatte rispetto al passato e dal design minimalista.

La caldaia murale interna funziona a camera stagna, con fiamma isolata dall’ambiente ed un tiraggio di tipo forzato. La stufa a pellet invece sfrutta il calore ottenuto dalla combustione della legna e, anche se più economica per alimentazione, può comportare maggiori costi di installazione.

Caldaia a condensazione da interno: prezzi

Un altro aspetto interessante riguarda il fatto che queste caldaie, per il loro valore aggiunto di risparmio delle emissioni fumarie, siano soggette a grandi agevolazioni fiscali (anche del 50%), sia nel cosiddetto Ecobonus che per le ristrutturazioni edilizie.

La caldaia a condensazione, per il suo rendimento ottimale, è un investimento consigliato soprattutto in abitazioni che si trovano in luoghi caratterizzati da un clima rigido.

Per non spendere troppo si può intanto approfittare dell’infrastruttura di tubi già presenti se si sta solo sostituendo la caldaia, ed allacciare a questi la nuova.

Se non ha già provveduto a farlo, un primo modo per risparmiare sui consumi consiste nello spostare la caldaia dall’esterno all’interno: questa operazione può costare tra i 250 ed i 600 Euro.

Il costo totale di una caldaia dipende da una serie di fattori, tra cui l’installazione, il tipo di caldaia e di terminali di trasmissione del calore (termosifoni, pannelli radianti), l’alimentazione, la potenza e la manutenzione.

Per quanto riguarda la scelta del tipo, ad esempio, una caldaia murale è più economica di quella a basamento.

Il costo minimo di una caldaia a condensazione a gas è di circa 500 Euro se con potenze sui 24 kW e raggiunge i 1.500-2.000 Euro per potenze alte sui 32kW.

Rispetto alle caldaie a metano, anche se presentano lo stesso un costo diverso a seconda della potenza, quelle a pellet, risultano più costose da installare se si decide di usarle per riscaldare tutta la casa, poiché sarà necessario creare dei canali appositi. Per acquistarle si può spendere tra i 600-800 Euro fino ad oltre i 2000-3.000 Euro per i modelli più elaborati.