Calcolo degli elementi termosifoni: come funziona?

calcolo elementi termosifoni

Spesso, quando si deve ristrutturare casa, è necessario calcolare gli elementi dei termosifoni

Premesso che questo è un lavoro che andrebbe affidato a un tecnico esperto, è bene sapere che esiste una formula fai da te per calcolare gli elementi dei termosifoni in autonomia.

Elementi di un termosifone: che cosa sono?

calcolo degli elementi di un termosifone in una stanza, dobbiamo chiarire a cosa ci riferiamo quando parliamo di elementi di un calorifero.

Gli elementi di un termosifone sono i singoli moduli che lo compongono, che possono essere verticali oppure orizzontali. La tipologia di moduli cambia a seconda del modello di calorifero che avete deciso di installare in casa.

È importante sapere che è possibile variare la dimensione dei moduli sia in altezza che in larghezza. Questo vuol dire che, una volta che si conoscono i watt necessari per il riscaldamento di un ambiente, si dovrà scegliere anche il numero di moduli del calorifero.

Calcolo elementi di un termosifone: i parametri da considerare

Per calcolare gli elementi di un termosifone con esattezza bisognerebbe chiamare un termotecnico, in modo da avere il parere di un esperto che conosca tutti gli aspetti del caso.
Ma quali sono i parametri presi in considerazione da un tecnico, che non possono essere quantificati da una persona che non è del settore?

Prima di tutto la zona geografica e le condizioni climatiche sono fondamentali per poter fare una valutazione accurata. Prima di calcolare gli elementi di un termosifone bisognerebbe considerare anche l’orientamento delle pareti e la presenza di superficie vetrata.

È opportuno dunque prendere in considerazione tutti questi fattori per capire a che livelli di isolamento termico di può arrivare. Optare per un termoarredo di design è molto importante per il fattore estetico, non dimentichiamo però che la funzione principale dei caloriferi deve essere quella di riscaldare la casa, ancor prima di renderla bella e moderna.

Un altro parametro da considerare è il valore medio effettivo dell’acqua che circola nell’impianto, sia in mandata che in ritorno. Bisogna valutare anche il tipo di caldaia, il modello e la sua potenza termica.

Come si calcolano gli elementi dei termosifoni?

Dopo che abbiamo valutato i singoli parametri, possiamo passare al calcolo effettivo degli elementi dei termosifoni. 

Abbiamo detto che il parere di un esperto è fondamentale, tuttavia è possibile fare un calcolo approssimativo anche in autonomia. Vediamo dunque come fare:

Per calcolare il numero di elementi dei termosifoni occorre prima di tutto eseguire il calcolo del volume da riscaldare. Prendete dunque la superficie in pianta di ogni stanza dell’immobile e moltiplicatela per la sua altezza. Ad esempio, una camera da 15 mq (che misura 3 m x 5 m), alta 2,70 m avrà una cubatura di 40,5 mc.

Per avere un’idea della potenza che serve per riscaldare una stanza, di solito sono necessarie 30 Kcal al mc. In merito al nostro esempio abbiamo dunque bisogno di circa 1.215 Kcal.

Se avete già scelto la tipologia di calorifero da installare, con la scheda tecnica potete verificare la potenza generata da ogni elemento e calcolare di conseguenza il numero di elementi necessari.

Quando si calcolano gli elementi di un termosifone, è meglio arrotondare per eccesso o per difetto? Fate affidamento al vostro buon senso. Ad esempio, se abitate in una casa isolata e la stanza che volete riscaldare è esposta a sud, potete tranquillamente arrotondare per difetto. Se invece la casa è poco coibentata o esposta a nord (o comunque mai direttamente al sole) è meglio abbondare.

Fate attenzione, spesso nelle schede tecniche la potenza dei caloriferi viene espressa in Watt e non in calorie. In questo caso per fare il calcolo dovete trasformare le Kcal in Watt, basta moltiplicare le Kcal per il fattore 1,163 e le vostre 1215 Kcal diventeranno 1.413 Watt.

Domande Frequenti – Calcolo Elementi Termosifone

Come calcolare gli elementi del termosifone?

Per calcolare il numero di elementi dei termosifoni occorre prima di tutto eseguire il calcolo del volume da riscaldare. Prendete dunque la superficie in pianta di ogni stanza dell’immobile e moltiplicatela per la sua altezza. Ad esempio, una camera da 15 mq (che misura 3 m x 5 m), alta 2,70 m avrà una cubatura di 40,5 mc. Per avere un’idea della potenza che serve per riscaldare una stanza, di solito sono necessarie 30 Kcal al mc.