Bonus casa 2021: detrazioni fiscali rinnovate

La proroga 2021 del Bonus Casa è stata confermata: chi effettua lavori di ristrutturazioni edilizia o di risparmio energetico Ecobonus 110 o Sismabonus, potrà usufruire delle detrazioni fiscali previste.

Il Bonus Casa 2021 potrà essere richiesto fino al 31 dicembre 2021 e riguarda tutte le agevolazioni dedicate ai lavori in casa, che comprendono:

  • Ecobonus 2021;
  • Bonus ristrutturazione 2021;
  • Bonus mobili ed elettrodomestici 2021 aumento soglia a 16.000 euro dal 2021;
  • Sismabonus già in vigore fino al 2021,
  • Bonus condominio 2021 per i condomini che effettuano interventi di Ecobonus + Sismabonus;
  • Bonus verde 2021 con detrazione al 36% sulle spese sarà prorogato con il decreto Milleproroghe;
  • Proroga anche per il bonus facciate 2021 con detrazione al 90% delle spese.

Proroga Bonus Casa 2021: ecco le novità

Il Bonus Casa 2021 presenta alcune novità importanti. Nel testo delle nuova Manovra i contribuenti possono richiedere le agevolazioni per la ristrutturazione edilizia 2021 in modo graduale, che va da un minimo del 50% fino ad un massimo dell’85%, a seconda del rendimento energetico o sismico acquisito.

Ecco le principali novità introdotte dal Bonus Casa 2021:

  • Bonus ristrutturazioni: detrazione del 50% per una massimo di spesa pari a 96.000 euro, da suddividere in 10 quote annuali di pari importo estesa anche ad altri tipi di intervento.
  • bonus verde: prevede detrazione al 36% per la riqualificazione urbana con interventi agevolabili per i privati e condomini per terrazzi, balconi e giardini e per chi finanzia lavori per il verde pubblico, sarà prorogato.
  • Ecobonus: detrazione o sconto pari al 65% o 50% per tutti coloro che effettuano interventi di risparmio energetico, per un massimo di spesa pari a 100 mila euro da suddividere sempre in 10 anni.
  • Bonus caldaie: in vigore il nuovo bonus caldaia a condensazione.
  • Bonus mobili: agevolazione che prevede una detrazione pari al 50% per le spese sostenute per l’acquisto di mobili e di elettrodomestici, sarà riconfermata per il 2021 con un aumento della soglia fino a 16.000 euro.
  • Sismabonus: detrazione fino all’85% per chi effettua interventi su tutto l’edificio con obiettivo risparmio energetico o adeguamento sismico.
  • Bonus unico condomini: solo per i lavori di riqualificazione energetica condominiali, sismabonus + ecobonus, con detrazione spese all’80% o 85%, a seconda del grado di riduzione del rischio raggiunto con gli interventi stessi.
  • Bonus condizionatori con e senza ristrutturazione, con sconto immediato sul prezzo di vendita grazie al decreto Crescita.
  • Bonus tende da sole e bonus tende da interni: detrazione IRPEF pari al 50%.
  • Bonus detrazione infissi 2021: agevolabile sia con l’Ecobonus che con il bonus ristrutturazioni. In entrambi i casi la detrazione è al 50%.

Bonus Bagno 2021: come funziona il bonus idrico

Il Bonus bagno 2021 è una nuova agevolazione fiscale che prevede un contributo economico di 1.000 euro per le spese sostenute per la sostituzione di rubinetti e sanitari del bagno. Questo non va confuso con il bonus ristrutturazione casa 2021 o L’Ecobonus.

L’agevolazione fiscale sarà riconosciuta per i seguenti interventi:

  • Vasi sanitari: per la fornitura e posa in opera di vasi con volume massimo di scarico di 6 litri;
  • Rubinetti: per le spese di fornitura e installazione. Il testo dell’emendamento approvato prevede che i dispositivi per il controllo del flusso dell’acqua devono avere una portata uguale o inferiore ai 6 litri d’acqua al minuto.
  • Soffioni doccia e colonne doccia a risparmio idrico: fornitura e posa, aventi una portata limitata a un massimo di 9 litri d’acqua al minuto.

Il Bonus Bagno 2021 è stato riconosciuto dalla Legge di Bilancio e la commissione parlamentare ha stanziato 15 milioni di euro per l’erogazione del bonus.