Arredare con le piante, si può!

Indice articolo
Arredare un terrazzo con le piante può essere facile, con i giusti consigli.
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

L’arredamento del terrazzo può essere creato con oggetti e complementi d’arredo, ma anche con le piante. Sai quali sono le più adatte a vivere sul tuo balcone?

 

Il terrazzo è un elemento chiave per una casa e, soprattutto in estate,  può essere determinate per regalare all’abitazione una boccata d’aria fresca e permettere di passare piacevoli serate sotto le stelle in compagnia di amici e parenti. Ma come si arreda un terrazzo?

Fase 1: l’analisi degli spazi

La prima cosa da fare è valutare e analizzare lo spazio a disposizione. Ogni terrazzo ha una propria particolare dimensione e forma che costituiscono a base sulla quale costruire l’arredamento.

  • Se il terrazzo è piccolo valuta bene quali oggetti inserire. Affollare uno spazio di dimensioni ridotte rischierebbe di essere controproducente e di creare un effetto chiusura, anziché di apertura. Preferisci oggetti di arredamento per il terrazzo pieghevoli o espandibili, da riporre in un angolo quando non vengono utilizzati e complementi salva-spazio. Così avrai un terrazzo sempre ordinato e organizzato.
  • Se il terrazzo è di grandi dimensioni fai attenzione a pavimentazione e copertura. Questo secondo elemento sarà fondamentale per capire quali potranno essere gli oggetti di arredamento da acquistare per il terrazzo. Se la copertura permette di isolare lo spazio esterno, ti ritroverai una vera e propria stanza in più e avrai maggiori possibilità di arredo.

Lo stile di arredamento del terrazzo dovrà rispecchiare quello presente all’interno della casa. Ma in questo spazio potrai inserire anche degli elementi aggiuntivi: oltre agli oggetti, infatti, è possibile arredare il terrazzo con le piante. Sai quali sono le specie da coltivare sul balcone?

Fase 2: arredare con le piante

Se sceglierai di arredare con le piante il tuo spazio all’aperto, dovrai tenere in considerazione due aspetti fondamentali:

  • l’esposizione al sole;
  • la temperatura del terrazzo.

La luce è indubbiamente un fattore importante  quando scegli di arredare con le piante. Ma se è vero che queste hanno bisogno del sole per sopravvivere, è altrettanto vero che ci sono piante molto resistenti che posso tranquillamente rimanere in zone sempre ombreggiate. Un aspetto ancor più determinante nella selezione delle piante per il terrazzo è appunto quello della temperatura della zona in cui vivi. Non tutte le piante stanno bene in posti dove fa troppo caldo o molto freddo. Per l’arredo con le piante potrai scegliere tra:

  • piante sempreverdi, sono le ideali, perché facili da coltivare e richiedono poche cure;
  • piante da fiore, azalee, primule, viole e gerani, sono tra i fiori più coltivati sui balconi in campagna, in montagna e in città;
  • piante rampicanti, perfette soprattutto a balconi più grandi, queste piante sono utili per creare ombra e si abbinano a supporti verticali che ne agevolano la tendenza a espandersi;
  • piante aromatiche, salvia, maggiorana, rosmarino e menta sono solo alcuni degli “odori” che, oltre a essere ornamentali, si riveleranno anche un ottimo alleato in cucina.

A queste piante per il terrazzo si possono aggiungere anche le piante da bulbo e le piante ortive. Le prime sono, ad esempio, i tulipani, gli iris e i gladioli; mentre le seconde sono le piante che vengono tipicamente coltivate nell’orto: rucola, lattuga, pomodori, ma anche peperoncini e fragole. Per queste sarà necessario avere vasi di medie/grandi dimensioni e di una buona esposizione al sole, ma il risultato è assicurato!

 

Fase 3: la cura delle piante per il terrazzo

 Una volta definito l’arredo con le piante, è importante sapere anche come curarle e mantenerle. Acqua e terra sono ovviamente indispensabili, ma tutto dipende delle piante scelte. La frequenza e la quantità con cui devono essere annaffiate cambiano e così pure la tipologia di terriccio da utilizzare. Ci sono quelli sabbiosi, argillosi o a medio impasto. E ancora quelli specifici per le piante da appartamento, da giardino o da terrazzo. Inutile dire, poi, che dovrai prendere particolari accorgimenti al variare del tempo e dei cambi di stagione.

L’autunno e l’inverno sono i momenti più delicati ed è necessario prestare più attenzione. Le piante da fiore tenderanno a morire o ad andare in letargo. Per evitare che eventuali gelate possano rovinare irrimediabilmente l’arredo con le piante, coprile con teli antigelo e tessuti appositi. La primavera e l’estate sono invece le stagioni più impegnative dal punto di vista della cura delle piante. In questi periodi vengono eseguiti gli interventi più importanti: potatura, travasi e concimazioni devono essere previste nei primi mesi di caldo. Mentre una particolare attenzione deve essere dedicata alle innaffiature nella stagione estiva: prevedile al mattino presto o alla sera, evitando le ore più calde della giornata. Da giugno ad agosto, inoltre, presta attenzione a insetti e parassiti e tratta anticipatamente le tue piante. Ricorda! Se acquisti una pianta per il terrazzo la prima cosa da fare è trapiantarla dal vaso di plastica a quello di coccio e porre un piccolo sasso in corrispondenza del buco di uscita dell’acqua per non far andare via tutta la terra. In fondo, anche se sembra impegnativo, scegliere una casa con il terrazzo potrebbe anche avere i suoi risvolti positivi e farti scoprire di avere il pollice verde!