Arredamento: come scegliere una fontana zen da interno

Grazie al piacevole suono prodotto dall’acqua dalla fontana zen da interno siamo sicuri che non riuscirai più a fare a meno di questo oggetto…

 

Lo stile di vita di ognuno di noi influenza i nostri comportamenti e le nostre scelte, da quelle più personali fino a quelle che riguardano l’arredamento della casa. Sembrerà forse esagerato, ma anche la disposizione dei mobili e l’acquisto dei vari oggetti di arredamento possono variare a seconda del nostro modo di approcciarci alla vita. In particolare, quando si parla di essere zen, l’arredamento della casa diventa una questione molto importante. Infatti, ci sono alcuni elementi che non possono non essere presenti. Quali? L’ acqua, simbolo della vita, la sabbia e le rocce che rappresentano la pace, le piante, ovvero la natura.

"Essere zen" influisce sull'arredamento di casa
“Essere Zen” ha effetti sull’arredamento di casa

Prendendo in considerazione il primo elemento, cioè l’acqua, questo può essere inserito nella casa zen tramite un piccolo ruscello o un laghetto artificiale oppure con una fontana zen da interno. Quest’ultima, oltre ad assolvere il suo compito portando l’acqua in casa, può essere anche un bellissimo oggetto di arredamento… vediamo quali sono le sue caratteristiche!

 

Acqua e zen: quali sono i benefici di questa combinazione

La fontana zen da interno permette di creare un ambiente tranquillo e rilassante. Lo scorrere dell’acqua, infatti, ha un potere calmate ed energizzante, l’ideale per riprendersi dopo una giornata stancante di lavoro e impegni. I benefici di una fontana zen sono ormai riconosciuti: l’acqua ha un potere terapeutico importante. È l’elemento primordiale a e possiede il potere di entrare in connessione con il nostro organismo, anch’esso composto da acqua. Lo scorrere dell’acqua permette di riconnetterci con la natura e di ritrovare il contatto con la terra, nonché con la parte più profonda e autentica del nostro essere.

Acqua elemento primordiale e fonte di vita insieme
Acqua elemento primordiale e fonte di vita

La fluidità evocata dall’acqua concilia anche la concentrazione. In questo senso, i luoghi più adatti per sistemare la tua fontana zen da interno sono quegli spazi della casa in cui si ha più bisogno di fare attenzione a ciò che si sta facendo: quindi, ad esempio potrai sistemarla dove leggi, come nello studio, nell’ufficio o in salotto. Per amplificare gli influssi positivi, alla fontana zen da interno potrai accostare piante, rocce e altri accessori decorativi come lanterne e incensi che ti aiuteranno a ritrovare la pace dei sensi e a sconfiggere i pensieri negativi anche dopo una giornata particolarmente impegnativa.

 

Giardino zen in casa: quale fontana scegliere?

Come abbiamo detto, una fontana zen può essere posta all’interno della propria casa per creare un ambiente rilassante, una piccola oasi di pace in cui lasciare andare le tensioni e svuotare la mente. È fondamentale che questa sia realizzata e sistemata in modo da fondersi totalmente con l’ambiente circostante. Per far sì che questo accada, dovrai solo scegliere la tipologia di fontana zen da interno più adatta alla tua casa. Potrai scegliere tra fontane zen in pietra, resina e bamboo. Quest’ultimo è particolarmente indicato per le fontane zen da interno sia perché si tratta di un materiale molto elegante sia perché al contatto dell’acqua produce un suono dolce e, infine, perché la canna di bamboo è simbolo del vento. Potrai scegliere se posizionare la fontana zen direttamente sul pavimento, su un tavolo oppure anche appenderla alla parete.

  • Posizionando la fontana zen da interno a terra potrai creare intorno ad essa un piccolo rifugio mistico e spirituale, una sorta di giardino… indoor!
  • Se sceglierai di acquistare una fontana zen da tavolo ti basterà soltanto scegliere la stanza in cui preferisci che sia posizionata. Le dimensioni ridotte di questo oggetto ti permetteranno anche di portarla in ufficio qualora capo e colleghi mettessero a dura prova la tua serenità.
  • Se lo spazio a disposizione in casa è limitato non vuol dire che tu debba rinunciare ai benefici della fontana zen, esistono modelli che si possono applicare alla parete per permetterti di godere della bellezza dei giochi d’acqua anche in una casa piccola.

Sono preferibili strutture semplici, essenziali e minimaliste, in grado di regalare armonia allo spazio circostante. Solitamente queste fontane sono composte da un piccolo tubo da cui sgorga l’acqua e da una bacinella in cui questa viene raccolta e, successivamente, pompata di nuovo all’interno della fontanella. Una volta scelto materiale, modello e struttura potrai decorare la base con candele e statuine raffiguranti il Buddha o piccoli alberelli decorativi. In questo modo la tua fontana zen da interno prenderà anche carattere e, oltre a essere un elemento utile per l’introspezione e la meditazione, sarà un oggetto di arredamento davvero insostituibile all’interno della casa. Ma se pensi che una sola fontana zen da interno non sia abbastanza per placare il tuo stress, allora non ti resta che acquistare una casa in vendita con uno spazio esterno così da creare un ampio tuo giardino zen che contenga anche piante e molto verde ed elementi naturali, come il legno o le rocce che insieme daranno vita a una vera a propria opera d’arte.

Vota l’articolo:

0 / 5 (0 votes)

Ti è piaciuto l'articolo?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest

LASCIA UN COMMENTO